“The Brand SEO”, ovvero Essere Multi Canale

SEO & Branding

Ciao, sono Michal Gawel e oggi intendo raccontarvi in questo articolo un episodio interessante – sia da un punto di vista imprenditoriale che SEO – che mi è accaduto in passato e dal quale proverò a estrapolare una legge universale che, a mio parere, ogni web marketer dovrebbe seguire.

Era marzo, la primavera era alle porte e io ero davanti al mio pc a ragionare sul come portare a buon fine un intervento di ottimizzazione sui motori di ricerca su di un noto giornale genovese. Il problema era un classico della SEO e sono sicuro che sarà capitato anche a molti voi affrontando la gestione di grandi progetti: una volta definite delle specifiche che si rivelano giuste e brillanti a livello teorico, appaiono però poi difficilmente implementabili da parte dello staff tecnico (spesso sottodimensionato e collassato di lavoro).

Come fare quindi per riuscire a rispettare gli ambiziosi obiettivi in termini di visite (SEO e generali) prefissati con il cliente? L’idea risolutiva fu improvvisa e aveva un nome ben preciso: BRAND.

E se anzichè fare un intervento tecnico complicato, lavorassimo un po’ sulla percezione online del brand “Il Secolo XIX”? Migliorando la visibilità del sito sui Social Network, la gente comincerà a passare parola virtualmente, e di conseguenza questa azione si trasformerà in più visite SEO.
Ecco la prima legge editoriale: più brand = più link = più SEO.

In questi pochi minuti di conversazione da Direttore Tecnico SEO mi sono trasformato in un Community Manager. O se non altro ci ho provato. Ho dimenticato tutti i fattori SEO, tutti gli algoritmi e tutte le righe del codice sorgente. Ho completamente cambiato la matrice risultato/obiettivo. L’obiettivo rigido (“più visite SEO”) è diventato più flessibile (“più interazione community”).

La conclusione della storia la potreste scrivere voi guardando le interazioni e le metriche (fan) della fan page Facebook de Il Secolo XIX e la crescita del brand “Il Secolo XIX” on line. Conseguenza? La crescita delle visite Google Organic!

Morale della favola: la logica investimento/ritorno, azione/risultato, canale/visite sulla SEO editoriale risulta spesso molto limitante visto che esclude il fattore chiave, ovvero il passaparola che nasce nel passaggio da un canale all’altro. I componenti singoli, per quanto ottimi, non funzionano come insieme e di conseguenza non si riescono ad ottenere i massimi risultati.


Autore: Michal Gawel (direttore tecnico di Seolab e relatore al corso The Google Show che si terrà a Milano a fine giugno), per il TagliaBlog.
(Nella prossima puntata Michal parlerà del suo miglior cliente e dell’elemento chiave [semplice ma ancora sottovalutato] che sta alla base del successo nel web marketing di quasi tutti i business online).

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su google
Google+
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest

11 Comments

  • mmm mail-branding in salsa SEO…

    Da provare (così come qualsiasi altro tipo di test)…

    Ps… massiccia la pagina del Secolo XIX…

  • in pratica hai fatto SMO (social media optimization) e non SEO. Per certi business può funzionare, per altri meno.
    Sicuramente è il futuro del seo e la tendenza verso la quale si muoverà tutto il web in generale.

  • è ovvio che uno degli effetti collaterali positivi di strategie di Branding on-line portano anche degli effetti SEO, come il SEO stesso può portare vantaggi indiretti al brand.

    Usare i social media per farsi conoscere e nella speranza di farsi “citare” è una cosa che già in piccolo fanno quasi tutti i blogger 🙂

  • Interessantissimo spunto!

    Ma è davvero così? Nel senso che Google realmente vedendo che un brand (inteso per il SEO come nome di un sito web) viene cercato molto allora favorisce il sito e lo premia aumentandone il trust nelle serp? Ci sono fonti ufficiali o quanto meno ufficiose sull’argomento o è solo un’idea di questo Michael?

  • Fa specie pensare che i fan di un giornale sono 1/9 dei fans di Cristina del Basso. 🙂

  • Sono d’accordo con Ale Zabeo: va bene per certi business, non per tutti.
    SEO e SMO sono due strumenti utili, vanno usati secondo il caso.
    Sicuramente nel caso di un giornale è credibile che la strategia di questo Michal sia stata efficace ed efficente in termini di risorse impiegate rispetto al risultato.

  • Concordo con Ale e Syncrosystem,

    La strategia che va benissimo per un portale editoriale e viene descritta in questo articolo può risultare meno efficace sugli altri modelli di business (ad esempio e-commerce, turismo e via dicendo).

    Il modo di ragionare nella maniera “multi-canale” e perfetto per le realtà editoriali, per le altre invece può costituire uno spunto aggiuntivo rendendo il ragionamento SEO più completo e equilibrato.

    Se volete il mio parere soggettivo, penso che il lavoro di un SEO evolverà sempre di più verso il modello “Brand SEO”, nel senso che anche negli altri modelli di business, non editoriali, il focus principale sarà sulla costruzione della brand e molto meno sulla battaglia diretta per le prime posizioni su Google.

    Se ci sono delle domande specifiche rimango alla vostra disposizione

    michal

  • bello il grafico del traffico. A quale punto però c’è il passaggio del sito a sottodominio del sole24ore? immagino che quello sia stato un bel boost 😉

  • Marco: Il grafico di google trends è orientato alle ricerche brand. In poche parole la gente cercava sempre di più “secolo xix” sul web, per ciò si presume che la sua brand on-line e cresciuta.

    Il passaggio al dominio ilsole24ore credo possa contribuire alla crescità, però non nella maniera decisiva. Direi che sia più la costante linea editoriale + di comunicazione del Secolo orientata alle notizie locali ad essere un vero fattore vincente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Max Valle

Max Valle

Da oltre 20 anni, fornisco consulenze per aziende e professionisti, che vogliono sviluppare il loro business, 
aumentando i clienti, utilizzando le ultime tecnologie e nel pieno rispetto delle normative vigenti in materia.

Seguimi sui social

Iscriviti alla Newsletter

Main sponsor

Scroll to Top

Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi. Acconsenta ai nostri cookie se continua ad utilizzare il nostro sito web. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy & Cookie policy