BlogBabel ha chiuso

blogbabel temporaneamente sospesa
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

Mi hanno appena segnalato che la più famosa “classifica aggregata” di blog italiani (ovvero BlogBabel) ha cessato di esistere (almeno temporaneamente).
Questo il messaggio che compare se si cerca di accedere alla pagina:

BlogBabel è temporaneamente sospesa.

Blogsfera italiana in crisi d’identità o Pesce d’Aprile anticipato?

Da oltre 20 anni, fornisco consulenze per aziende e professionisti, che vogliono sviluppare il loro business, aumentando i clienti, in modo serio e produttivo, utilizzando le ultime tecnologie e nel pieno rispetto delle normative vigenti in materia.
×
Da oltre 20 anni, fornisco consulenze per aziende e professionisti, che vogliono sviluppare il loro business, aumentando i clienti, in modo serio e produttivo, utilizzando le ultime tecnologie e nel pieno rispetto delle normative vigenti in materia.

19 Comments

  • Che tristezza, azione da veri infami da parte del team di BB (o di Ludo, visto che altri editor addossano a lui la decisione), al limite del diffamatorio.

    Anche perchè nessuno, nè Paul, nè tanto meno Napolux li ha mai minacciati di azioni legali.

    Pretestuoso e bambinesco.

    Spero proprio che dopo questa sparata abbiano almeno la dignità di non riaprire mai più.

    Reply
  • da qualsiasi parte stia la ragione, ripeto, che é masochistico intraprendere una causa legale di cui non si ha la minima certezza dell’esito in Italia per un link al proprio sito web inserito da terzi in un contesto chiaramente NON diffamatorio, quindi alla fine BB poteva far finta di niente.

    Reply
  • watson, quindi se domani la fiat dice a quattroruote che non deve pubblicare più i dati e le prove sulle sue auto, quattroruote deve obbedire?
    la legge sulla privacy non è a tutela pure delle aziende, dei siti, dei prodotti, ma solo delle persone, per fortuna.

    Reply
  • Secondo me BB non può rifiutarsi di cancellare un utente dalla sua classifica e in generale dal suo sito. La rimozione da pubblici elenchi deve essere prevista e garantita su semplice richiesta di ogni interessato. Non può opporsi Google con i siti indicizzati sul suo motore di ricerca e nemmeno Telecom sull’elenco abbonati al telefono. Per entrambe le aziende, tanto per restare nell’esempio, tale procedura è normale amministrazione. Il fatto quindi che BB abbia sospeso il servizio tout court è semplicemente pretestuoso, i motivi addotti semplicemente deliranti. Se non hanno intenzione di rispettare il lavoro e la volontà altrui fanno bene a chiudere.

    Reply
  • anzi, fosse capitato a me dopo il secondo contatto si sarebbe preso una denuncia per comportamento molesto :))

    Reply
  • voglio vedere chi inizia una causa legale in italia per farsi togliere un link al proprio sito. solo un masochista può farlo, quindi non vedo il motivo per cui BB abbia soltanto dato ascolto e addirittura risposta a tali richieste.

    Reply
  • Credo che il tasso di narcisismo dei gestori sia pari – almeno ”temporaneamente” – a quello dei blogger più blasonati e capricciosi. Queste continue schermaglie hanno tutto il sapore di una barzelletta. Peccato perché a perderci è soltanto la possibilità di avere un servizio italiano gestito in modo credibile, serio e professionale.

    Reply
  • leggo ora che napolux dice che, contrariamente a quanto scritto sulla home, “MAI E POI MAI farò una azione legale contro di te ”

    se è vero che mai lo hai minacciato di azioni legali, allora mi pare invece eccessiva la reazione di BB.

    comunque è pasqua, omai pasquetta, che la pace cali su di voi, amen.

    Reply
  • capisco bene la posizione di BB, se come dice guadagna appena per ripagarsi le spese, ho provato una situazione simile anni fa con un mio sito che volevo chiudere a causa di un troller.
    poi ci ho fatto il callo e i guadagni sono cresciuti, spero che tenga duro pure lui perché mi pare un bel progetto.

    minacciare azioni legali verso un sito che ti linka è contro lo spirito di Internet, e, per come funziona la giustizia in Italia, è un attacco sproporzionato e ad armi impari:

    – anche se il tribunale da ragione al gestore di BB (cosa per me molto probabile), le spese dell’avvocato, il tempo e la rabbia difficilmente gli saranno rimborsate.
    – i tribunali sono già intasati di cause, non mi pare il caso aggiungerne altre per per futili motivi.

    Reply
  • Premesso che il mio commento era inteso ad alleggerire il clima, credo che un pò a tutti (anche se spesso non viene detto espressamente) interessi prendere link.
    Se poi quei link non servono per la classifica di BlogBabel (in quanto morta e defunta), poco male: serviranno per scalare i motori, altre charts (Wikio, Technorati, etc) o per far salire il PageRank.
    Se invece mi dici “a me non interessa scalare i motori, le altre classifiche, o il PageRank”, almeno credo ti interessi il traffico e i nuovi utenti che questi link possono portare.
    Altrimenti è meglio creare un blog “ad invito”, stile “club privato”, escludendo motori di ricerca e bot di ogni tipo.
    Ma a ‘sto punto è forse meglio non avere un blog 🙂

    Reply
  • @Tagliaerbe
    Dimentichi che ero sceso oltre la 1000esima posizione in BB grazie al plugin che bloccava il loro bot (ancora attivo tra l’altro)…

    Di posizioni scalate credo che a me e a Paul non freghi un’emerita cippa, sei d’accordo?

    Reply
  • Una strategia come quella che paventi può essere sì possibile ma le probabilità di un fake sembrano basse, almeno leggendo qua e là. Nelle email che tu stesso hai linkato, nei , a href=”http://www.thedandy.it/2008/03/23/blogbabel-ha-chiuso-feed-creative-commons-e-minacce-di-querele/#comment-335″>commenti sparsi per i blog, sembra tutto reale e non una semplice guerrilla per ottenere link in entrata. Ad ogni modo, chi vivrà vedrà.

    Reply
  • Pensandoci a mente fredda, potrebbe essere una doppia strategia di link building: BlogBabel sta prendendo in queste ore parecchi link (andate su Technorati e vedrete…), così come Napolux e (soprattutto) PaulTheWineGuy.
    In pratica, se e quando la classifica di BlogBabel verrà rimessa in vita, i 2 blogger “accusati” saranno ancora più in alto in classifica, grazie ai link presi… per merito di BlogBabel 😀

    Reply
  • Ma che tristezza…
    Non so come siano andate le cose realmente e per questo motivo non faccio commenti, però mi sembra alquanto strano che chiudano solo “per colpa di qualcuno”.

    Reply
  • Non dimentichiamo che il sottoscritto non ha ricattato nessuno. Ho chiesto solo la rimozione dal loro db del mio feed RSS.

    Non mi sembra di aver chiesto la Luna.

    Reply
  • non conosco i fatti e le “teste calde”, ma mi pare sacrosanto che uno possa richiedere che il suo feed venga rimosso, anzi dovresti poterti cancellare da un tuo pannello

    Reply
  • Mancanza di gestione delle critiche… Chiudere un servizio per due blogger, anche se influenti, mi sembra il pretesto per nascondere un problema ben più grosso, e usare loro come capro espiatorio…

    Reply

Rispondi

Max Valle
Max Valle

Da oltre 20 anni, fornisco consulenze per aziendee professionisti, che vogliono sviluppare il loro business, aumentando i clienti, utilizzando le ultime tecnologie e nel pieno rispetto delle normative vigenti in materia.

Iscriviti alla Newsletter
Main sponsor
logo kleecks

Sponsor

BlogBabel ha chiuso
Scroll to Top