Cos’è il Blog Marketing: stato dell’arte e prospettive future

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram

Il concetto di blog marketing viene utilizzato poco quando si parla di marketing online. Spesso si intendono tutte le attività di marketing che hanno a che fare con i blog all’interno di altri tipi di marketing che vanno dal content marketing al social media marketing alle attivitá di link building e di SEO.

Proprio in considerazione della complessità e della crescente importanza delle attività di marketing che hanno a che fare con i blog, vengono delineandosi delle caratteristiche peculiari e distintive di questo tipo di azioni di marketing che sarebbe opportuno focalizzare per realizzare una strategia più coerente ed efficace.

Normalmente si considerano le attività relative ai blog aziendali e alle collaborazioni con i blogger per lo sviluppo di contenuti come attività pure di content marketing che vanno a costruire l’identità del brand e che non hanno come obiettivo la visibilità online (o meglio che hanno una efficacia secondaria per quanto riguarda la visibilità online).

Dall’altra parte ci sono quelle attività di link building e di SEO fatte sui blog che mirano ad aumentare la visibilità online senza preoccuparsi troppo dei contenuti e che sono considerate le attività predilette per aumentare la visibilità (il ranking sulle SERP).

Oggigiorno gira voce che l’efficacia delle attività di link building e SEO siano morte e che abbiano perso gran parte della loro efficacia, soprattutto con le innovazioni introdotte da Google con il suo Penguin.

Ovviamente non è così, ma tali voci non sono del tutto insensate. Con il nuovo e più raffinato algoritmo, Google ha reso più difficile e complessa l’attività di SEO e link building, ma non l’ha eliminata. La creazione di buzz online e link building continuano ad essere fondamentali per un’attività di SEO efficace; tuttavia Google da un peso sempre maggiore al contenuto e ai collegamenti tra contenuti affini presenti nei blog: il contenuto diventa elemento costitutivo della link building e dell’ottimizazione sulle SERP.

La link popularity non basta più a se stessa; deve essere integrata con attività di web popularity, altrimenti potreste trovarvi a fare i conti con un calo di traffico simile a quello mostrato qui sotto (a Maggio 2013 è entrata in funzione la versione 2 del Google Penguin):

Il traffico di un sito colpito da Google Penguin

Fare link building rimane, certamente, fondamentale per aumentare la visibilità e il conseguente posizionamento sui SERP, ma l’azione deve essere affiancata da un content building coerente: non importa più solo la quantità di link creati, ciò che conta è anche dove e come questi link vengono creati. Non ho usato i termini dove e come a caso, essi rispondono a criteri ben precisi:

Come. Il come è il contenuto attraverso cui il link viene creato. L’efficacia viene misurata anche dalla qualità del contenuto che può essere espresso in un video, un’infografica, un articolo tematico, etc.
Dove. Il dove è il vero elemento innovativo introdotto da Google; è il contesto. Il link e il contenuto collegato sono presenti in un contesto coerente? Si integrano al contesto e sono in grado di raggiungere utenti che hanno a che fare con tale contesto?

E’ seguendo tali tracce che il blog marketing trova la sua funzione peculiare. Le collaborazioni dirette con i blogger e la presenza diretta sui blog, infatti, costituiscono il mezzo più efficace, non solo per sviluppare un content marketing efficace, ma anche per le future attività di SEO.

I blog, e in generale gli online publisher, sono i luoghi ideali e forniscono gli stumenti più efficaci per ottimizzare il genere di web popularity che Google (e non solo) desidera.

Le attività di marketing fatte con e su blog presentano i seguenti vantaggi:

• siti web tematici che raggiungono target ben definiti e precisi
• contenuti tematici di qualità
• varietà dei mezzi di comunicazione dei contenuti (video, articoli, citazioni, etc.)
• permanenza e organicità dei contenuti pubblicati
• varietà dei modelli di pagamento e prezzi contenuti

Che la diffusione e l’efficacia di tali tipi di azioni di marketing siano sempre maggiori e fondamentali per campagne a tutti i livelli, lo dimostra la crescita di piattaforme dedicate al blog marketing come rankseller o alla produzione di contenuti come Ebuzzing o TextMaster.

In definitiva le attivita legate al marketing sui blog stanno diventando sempre più complesse e decisive per decretare il successo di una campagna di marketing online. Dalla brand identity alla SEO, offrono obiettivi e funzionalità che integrano e ottimizzano vari tipi di azioni.

L’infografica qui di seguito mostra come il blog marketing agisce ottimizzando le “relazioni” fra publisher e advertiser, e sono proprio queste relazioni che possono incidere sull’efficacia o meno di una campagna di marketing online:

Infografica di rankseller sul Blog Marketing

Autore: Paolo Lattanzi, per il TagliaBlog.

Autore
Da oltre 20 anni, fornisco consulenze per aziende e professionisti, che vogliono sviluppare il loro business, aumentando i clienti, in modo serio e produttivo, utilizzando le ultime tecnologie e nel pieno rispetto delle normative vigenti in materia.
×
Da oltre 20 anni, fornisco consulenze per aziende e professionisti, che vogliono sviluppare il loro business, aumentando i clienti, in modo serio e produttivo, utilizzando le ultime tecnologie e nel pieno rispetto delle normative vigenti in materia.
Latest Posts
  • Google Ranking
  • Google search
  • Sviluppo App
  • Google shopping

12 Comments

  • ma alla fine di tutto, non è sempre un po’ lo stesso principio da seguire? Scrivi un post con tutte le informazioni davvero utili che una persona vorrebbe trovare se stesse cercando quelle informazioni (facendo più o meno attenzione a link, format e variabili più o meno tecniche).

    Reply
  • Ciao, come sempre molto interessante.
    Sbaglio Taglia o stai trattando sempre di più questo tema?
    Cosa ne pensi?

    Segnalo Scribox per i link, è meno noto x questo servizio ma ha un buon network di blog.

    Ciao

    Reply
  • Secondo le dichiarazioni di Matt Cutt (che si possono trovare su youtube) sugli gli aggiornamenti di Google ai logaritmi Peguin e Panda si puó dedurre che eventuali dofollow link e, talvolta, nofollow link danneggiano il posizionamento sul motore di ricerca. Questo significa che a volte la cosiddetta link popularity puó essere dannosa per Google.

    Hai ragione nell´affermare che la web popularity é un concetto vago, ma é volutamente vago per suggerire la complessitá dell´azione dei nuovi algoritmi Google; che vanno nella direzione di dare una valutazione della “popolaritá” delle pagine web che non coincide con la link popularity o con la link building classica.

    Reply
  • Ehm, link dannosi da cui “se ne deduce” che si deve parlare di web popularity? Ma il web non è fatto da link oppure sono rimasto indietro io? Scusami ma la cosa mi sembra tutto fuorchè chiara, senza contare che è pure fuorviante: parli come se sapessi qualcosa che non sappiamo, ovvero: quali fattori Google predilige? Come si fa a stabilire quali siano? Di cosa stiamo parlando?

    Soprattutto, sono scettico sul “come” si faccia a dire che è addirittura differente, o che sia addirittura un’evoluzione della link popularity? La link popularity stessa è un concetto vago, convenzionale, aggiornato periodicamente a seconda di come gira il mondo SEO, per cui per quanto mi riguarda la web popularity vale pressappoco quanto una giraffa volante o una SEO antani con triplice building social.

    Reply
  • eppure questo post mi sembra di averlo già letto da qualche parte…

    Reply
  • La web popularity é un nuovo concetto per indicare tutti quei fattori che Google predilige e valuta per determinare la bontá e l´affidabilitá dei contenuti di un sito. É, se cosí si puó dire, l´evoluzione della link popularity. Dato che i link che una pagina ha non sono piú determinanti, ma possono essere dannosi, si preferisce parlare di web popularity.

    Reply
  • Buon punto. Aggiungo un paio di altre fonti: greatcontent (contenuti) ha una partnership con domainboosting (blog marketing / link building) per Italia+estero.

    Reply

Rispondi

Max Valle

Da oltre 20 anni, fornisco consulenze per aziende e professionisti, che vogliono sviluppare il loro business, aumentando i clienti, utilizzando le ultime tecnologie e nel pieno rispetto delle normative vigenti in materia.

Iscriviti alla Newsletter
Main sponsor

Sponsor

Scroll to Top

Vuoi capire perchè il tuo sito non traffica?

REPORT SEO GRATUITO
ancora per i prossimi

Giorni
Ore
Minuti
Secondi
anzichè 399€+iva