Come aumentare i follower su Twitter

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

Ottenere follower su Twitter è uno dei primi ostacoli che si incontra quando si apre un nuovo account. Partendo dal presupposto che sei interessato alla qualità (e non solo alla quantità), una delle tattiche più efficaci è quella che viene chiamata “follower raid”.

Anche se il nome può suonare come qualcosa di black hat, in realtà si tratta di usare semplicemente altri account Twitter già presenti nella tua nicchia e cercare fra le persone che li seguono. Per prima cosa, identifica i tuoi concorrenti (magari inserendoli in una lista privata) e inizia a seguire gli stessi account che seguono loro. Successivamente identifica gli account correlati o complementari (inserendoli in una nuova lista privata). Vendi parti di ricambio per auto da corsa? le persone che seguono NHRA e NASCAR sono buoni candidati.

Quindi ogni settimana, in modo sistematico, scegli un account e segui i suoi 100-200 follower più recenti. Se utilizzi Raven Events Tracking puoi vedere quali sono gli account migliori per ottenere nuovi follower.

I Twitter Follower mostrati nei Raven Tools

Una cosa importante da tenere a mente è che molte persone non passano tutta la loro giornata su Twitter, quindi aspetta un paio di giorni per vedere se ricambiano il follow.

La pratica di seguire sistematicamente certi account e cancellare chi non ti segue è più un’arte che una scienza. Alcune persone sono leader in un determinato settore – e dovresti seguirli. Poi ci sono le celebrità, vere o false, di Internet (come Robert Scoble): se sono importanti per te, seguili; altrimenti non te ne curare. Ci sono vari tool che ti permettono di non seguire più chi non ti segue (come ad esempio ManageFlitter); se usi Firefox e l’estensione Check All puoi farlo in modo altrettanto semplice.

Ci sono poi account con un grande numero di follower, ma con un piccolo numero di following (alcuni li chiamano “Twitter snob”). Queste persone hanno un ruolo molto importante: aiutano a identificare agli account attivi sui social media in una particolare nicchia. Se hanno gli stessi interessi che hai tu, sono una risorsa preziosa e spesso un luogo eccellente dove trovare più follower. Gli account che seguono e con i quali interagiscono sono spesso degli influencer o comunque risorse utili per aiutarti a diffondere il tuo messaggio.

Se fai sistematicamente un raid sui follower di questi account e usi qualcosa come Raven Event Tracking, puoi identificare quali account sono più propensi a seguirti. Per esempio, se il 15% delle persone che seguono Coca-Cola ricambiano il tuo follow rispetto al 30% di chi segue McDonalds, dovresti puntare più spesso sui Twitter follower di McDonalds.

Una considerazione finale: non lasciare che il numero delle persone che segui sia esageratamente più alto di quelle che ti seguono: come regola generale, io uso il 20% di differenza.

Riassumendo:

• Utilizza le liste private per tenere traccia degli account Twitter simili o correlati
• Imposta un piano di crescita dei follower in modo da poter monitorare quali account rispondono meglio
• Tool come Raven Event Tracking posso aiutarti a taggare specifiche campagne
• Riserva una adeguata quantità di tempo alle persone per permettere di seguirti: non tutti stanno su Twitter tutto il giorno
• Cancella chi non ricambia il follow prima di cercare nuovi account da seguire
• Cerca gli account con un alto numero di follower e un basso numero di following per identificare gli influenti e coloro che partecipano attivamente ai social
• L’automazione è una buona cosa, ma essere sui social media significa essere sociale. Devi interagire se vuoi trarne il massimo valore.

Liberamente tradotto da How to Get More Followers on Twitter di Michael Gray.

2dc13395536c431966c0b7bc5282437b
Da oltre 20 anni, fornisco consulenze per aziende e professionisti, che vogliono sviluppare il loro business, aumentando i clienti, in modo serio e produttivo, utilizzando le ultime tecnologie e nel pieno rispetto delle normative vigenti in materia.
×
2dc13395536c431966c0b7bc5282437b
Da oltre 20 anni, fornisco consulenze per aziende e professionisti, che vogliono sviluppare il loro business, aumentando i clienti, in modo serio e produttivo, utilizzando le ultime tecnologie e nel pieno rispetto delle normative vigenti in materia.

20 Comments

  • Salve, io ho un blog di cucina su Giallo zafferano, ho l’account su twitter e 14 followers, vorrei sapere se mi seguono solo loro o possono farlo anche gli altri. Se così fosse non come capisco se traggo vantaggio a postare le mie ricette?

    Reply
  • Io ho un problema, infatti non riesco a seguire utenti su twitter. Il messaggio che mi esce dice:”Impossibilevseguire l’utente.Riprova piu tardi”. Ma quando riprovo è la stssa cosa, mi esce sempre lo stesso messaggio e non mi lascia seguire la persona. E ogni volta gli utenti che mi seguono mi chiedono”perche non mi segui?”e cosi sembra che sono io che non voglio seguirli, col rischio che poi siano loro a non seguire piu me…Cosa devo fare? Aiuto! Grazie in anticipo!

    Reply
  • COME SI FA AD INVIARE LA RICHIESTA DI SEGUIRTI??’
    RISPONDETEMI E INPORTANTISSIMO!!!GRAZIE

    Reply
  • Sono iscritto a Twitter da un anno ormai, ma nonostante segua molti account e per di più aggiorno quotidianamente il mio profilo con molti tweets rimango sempre con i miei 60 followers.
    Cioè ci sono giorni che mi aumentano, ma il giorno dopo avviene la compensazione con la perdita di altri seguaci.
    Per questo motivo ho cercato su Google un metodo per cercare di aumentarli e sono capitato su questa pagina.
    Dopo 2 letture dell’articolo penso di essere pronto per mettere in atto le tue tecniche! =)
    Vedremo cosa succederà!

    Reply
  • in effetti è carina la definizione di twitter snob.
    io sono da poco su twitter.
    il mio problema è che non ho follower…”vivi”: quelli che ho,non sono bot, ma persone che interagiscono con twitter pochissimo hanno inviato pochi messaggi.
    avendo individuato quali sono gli account seguiti dalle categorie di persone che mi interessano, quale potrebbe essere un’applicazione per individuare e monitorare utenti “vivi”?

    Reply
  • Il metodo è interessante e, empiricamente, lo applico con successo anch’io.
    Solo due considerazioni:

    1) se non vuoi sembrare un bot, cerca di stabilire un contatto reale quando incominci a seguire qualcuno. E puoi permetterti di aspettare anche più del paio di giorni che Taglia suggerisce (questo è soprattutto valido quando hai a che fare con un influencer)

    2) personalmente io seguo molte meno persone di quelle che mi seguono. Questo comunque non mi impedisce di tenere monitorizzati i miei followers. Soprattutto se tra questi emergono alcuni per qualità o perché entrano realmente in dialogo con me, allora hanno una grande chance che diventino “amici”.

    E per finire:

    a) Se il vostro avatar è un uovo, anche se non siete bot 8 volte su 10 vi blocco e banno… non è per “razzismo”, solo che non tempo da perdere per vedere se siete reali o no… e le uova in Twitter tendono a essere bots.

    b) Se usate Twitter come scaper dei vostri aggiornamenti di Facebook, col tempo smetterò di seguirvi, perché il 99% delle volte non rispondete mai all’inizio di un dialogo su Twitter.
    Oppure se utilizzate Twitter solo per lanciare links, ma non entrate quasi mai in un dialogo reale, dopo un po’ smetto di seguirvi, perché l’accesso a quei links posso ottenerlo in altri modi.

    Reply
  • In ogni caso anche con questo metodo, ottenere molti follower risulta essere un processo piuttosto lungo, visto che twitter pone un limite a 2mila following seguiti contemporaneamente. Superabile solo se il rapporto following/follower è inferiore a 1,1.
    Per cui con questo limite e considerando che solo una parte dei nuovi following ci restituirà il favore di seguirci, arrivare a grossi numeri in questo modo è piuttosto difficile.
    Sarebbe poi interessante avere una correlazione tra il numero di follower acquisiti in questo modo e il traffico portato verso un sito web target.
    hai qualche dato taglia?

    Reply
    • @IlDuca: non ho i dati che chiedi, ma posso dirti che, nel caso specifico di questo blog, Twitter risulta essere (prendendo i dati dall’inizio dell’anno a oggi) l’8° fonte di traffico.

      E tieni conto che il sottoscritto NON fa praticamente alcuna azione proattiva su Twitter (nel senso che lo utilizzo solo per rigirare automaticamente sul mio account Twitter i post che pubblico qui).

      Reply
  • @Dario
    Fai l’ordine, ti contattano per email, devi fornirgli account e password di twitter ed attendere una loro email di conferma fine lavoro.
    Il loro lavoro non è altro che aggiungere circa 1300 following che sono soliti ricambiare con un follow al tuo account. Il numero è maggiore rispetto ai 1000 offerti perchè c’è una percentuale fisiologica che non fà follow. Per aumenti maggiori non ho idea se usano lo stesso metodo visto che hanno durate fino ad un anno…per il discorso dargli la password…
    Come detto in precedenza da altri sono solo numeri perchè difficilmente tematizzati al tuo canale.
    Un saluto dal DON

    Reply
    • Giusto per chiarire lo spirito del post: Michael Gray non è che sia proprio un white hat, quindi la tecnica che illustra è a mio parere molto borderline (non parliamo dell’acquisto di follower o di fan, che personalmente ho sempre condannato).

      Di tutto il post mi è piaciuto però lo spunto sui “Twitter snob”, ovvero le persone con un sacco di follower (reali, non comprati) e con pochissimi following: sono davvero utili per identificare “influencer” e “trend setter” (brrr, che brutti termini…) all’interno della propria nicchia di riferimento.

      Chiudo dicendo che sono certamente d’accordo con il “pochi ma buoni” piuttosto del “tanti ma inutili”: il top sarebbe “tanti e pure buoni”, ma sappiamo che è molto difficile, se non impossibile (io stesso ricevo valanghe di “spam follower” sul mio account Twitter…)

      Reply
  • @DonClaudissimo L’offerta base di uSocial.net è: 1000 followers in 7 giorni per circa 80$. Ma: come funziona?

    Per il resto, quoto “Devi interagire se vuoi trarne il massimo valore.”, l’ultimo punto della lista. Che dovrebbe essere il primo. Basta vedere l’attività costante (anche “ludica”) degli account Twitter più autorevoli. E mi riferisco a quelli nostrani.

    Un saluto a tutti 🙂

    Reply
  • “Twitter snob” mi mancava questo termine 😀
    In giro se ne vedono…
    Esistono anche servizi a pagamento per l’aumento di follower, vedi usocial.net.
    Un saluto dal DON

    Reply
  • Sicuramente esistono diversi stratagemmi per ottenere un maggior numero di follower e questo potrebbe essere un buon metodo. Io però, continuo a pensare che il processo dovrebbe essere naturale. Se una persona decide di seguirmi deve essere perchè è realmente interessata a quello che twitto, altrimenti a che serve?
    Della serie… meglio pochi ma buoni 😉

    Reply
  • La domanda giusta non è “come faccio a trovare nuovi follower?”, ma “perchè dovrebbero seguirmi?”.
    Se capisci come rispondere a questa domanda (guardando quello che fanno i tuoi competitor o semplicemente retwittando il meglio di quello che scrivono) avrai i tuoi fan.
    Queste tecniche servono solo ad accelerare i tempi e a crearti la massa critica iniziale di follower (scarsamente interessati a te), che va bene solo se vendi prodotti o servizi per cui andrebbe bene qulsiasi audience (ma questa è gratis! 😉
    Gianp

    Reply
  • Questo metodo l’ho usato, in modo rozzo ed intuitivo anche io. In effetti ho visto che funziona molto bene. Aggiungere utenti che seguono leader d’opinione (prendo ad esempio riccardowired) è sicuramente una buona cosa perché almeno sai che molto probabilmente chi ti seguirà a sua volta potrebbe essere interessato a quello che dici.
    Agganciandomi al commento di @Luca Della Lora però, anche io ho dei dubbi su quanto valore possa generare questo sistema. Mi spiego. Quanto è probabile secondo voi che la stragrande maggioranza di chi ti segue a seguito di un tuo follow lo faccia solo per ringraziarti di averlo seguito e poi non legga per niente quello che scrivi fino a, dopo un po’ di settimane o anche mesi, rimuoverti dai suoi following?
    Questo è il dubbio atroce che mi ha spinto a “mettere in pausa” la mia ricerca di follower.
    Ora è probabile che riprenderò anche spinto dalla curiosità di provare questo metodo.
    Io scrivo su un blog ed ho notato che twitter converte parecchio in generale (post su twitter di nuovi articoli -> visite sul blog da twitter). Però il dubbio sulla qualità generale di questo metodo mi rimane.
    Vorrei sentire altre opinioni su questo aspetto della qualità.

    Reply
  • Ma siamo sicuri che avere tanti follower sia sempre meglio che averne pochi? Mi spiego: un account con 20.000 follower ma che ne segue altrettanti, per me ha meno rilevanza di uno che ne segue 500 ed è seguito da 5.000 persone. Insomma, se devo cercare solo la quantità mi è sufficiente followare quanta più gente possibile – ovviamente con interessi affini ai miei – senza curarmi dei contenuti che condivide, se invece voglio crearmi una timeline che crei valore seguirò alcuni di questi consigli – giusto per individuare chi condivide contenuti interessanti – ma cercherò di acquisire follower grazie ai contenuti che IO condivido.

    Non pensi Davide?

    Reply

Rispondi

Max Valle
Max Valle

Da oltre 20 anni, fornisco consulenze per aziendee professionisti, che vogliono sviluppare il loro business, aumentando i clienti, utilizzando le ultime tecnologie e nel pieno rispetto delle normative vigenti in materia.

Iscriviti alla Newsletter
Main sponsor
logo kleecks

Sponsor

Come aumentare i follower su Twitter
Scroll to Top

Vuoi capire perchè il tuo sito non traffica?

REPORT SEO a soli 47€

anzichè 197€+iva
Giorni
Ore
Minuti
Secondi