Come aumentare le condivisioni su Facebook

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram

Da una ricerca di Buddy Media, effettuata fra il 18 Dicembre 2011 e l’11 Febbraio 2012 su più di 76.000 post estratti da oltre 1.200 pagine, si possono ricavare almeno 3 spunti su come aumentare la viralità di un contenuto pubblicato su Facebook – spunti molto simili a quelli emersi da un precedente studio di Edgerank:

1. Pubblica contenuti “visuali”

Foto e video vengono condivisi più spesso di aggiornamenti di stato e link, ma i brand non sfruttano a fondo questa opportunità: pare infatti che i brand prediligano la pubblicazione di link, mentre i video sono inclusi in meno del 5% dei post.

2. Rendili “cute”

“Cute” è un termine difficilmente traducibile in italiano, con un significato che è un mix fra carino, dolce, attraente e “furbetto”.

Il 50% dei post più condivisi analizzati da Buddy Media conteneva l’immagine di un animale “cute”. E i contenuti che includevano parole chiave come pretty, beautiful, cute e adorable (ovvero carino, meraviglioso e adorabile) hanno ottenuto un tasso di condivisione del 49% superiore alla media.

In buona sostanza, fare appello alla sensibilità dei fan, ed evocare la loro risposta emotiva, risulta assai premiante.

3. Usa una call to action

Usare un call to action che invita gli utenti a condividere il contenuto, aumenta la condivisione del 77% rispetto alla media. E nonostante ciò, meno dell’1% dei brand utilizzano questa tecnica.

Riassumendo, se vuoi aumentare le condivisioni su Facebook:

• punta a immagini e video (meno a testo e link)
• rendi il contenuto esteticamente gradevole, usando immagini e/o termini positivi
• invita l’utente all’azione

Autore
Da oltre 20 anni, fornisco consulenze per aziende e professionisti, che vogliono sviluppare il loro business, aumentando i clienti, in modo serio e produttivo, utilizzando le ultime tecnologie e nel pieno rispetto delle normative vigenti in materia.
×
Da oltre 20 anni, fornisco consulenze per aziende e professionisti, che vogliono sviluppare il loro business, aumentando i clienti, in modo serio e produttivo, utilizzando le ultime tecnologie e nel pieno rispetto delle normative vigenti in materia.
Latest Posts
  • Google search
  • Sviluppo App
  • Google shopping
  • Facebook rooms

4 Comments

  • Piuttosto che una “call to action” adesso stanno prendendo piede le “auto actions”… con app Facebook che, una volta accettate più o meno consapevolmente dall’utente, condividono automaticamente la pagina visitata.

    Reply
  • ciao, quando dici una call to action intendi un semplice testo del tipo “tu cosa ne pensi?”, “dicci la tua” oppure intendi che ci deve essere un incentivo alla sharing?

    Reply
  • Penso che il fondamentale sia proprio il “cute”.
    Se ci rendiamo piacevoli, attraenti, interessanti, poi tutto viene da se.
    Grazie dei preziosi consigli!

    Reply

Rispondi

Max Valle

Da oltre 20 anni, fornisco consulenze per aziende e professionisti, che vogliono sviluppare il loro business, aumentando i clienti, utilizzando le ultime tecnologie e nel pieno rispetto delle normative vigenti in materia.

Iscriviti alla Newsletter
Main sponsor

Sponsor

Scroll to Top

Vuoi capire perchè il tuo sito non traffica?

REPORT SEO GRATUITO
ancora per i prossimi

Giorni
Ore
Minuti
Secondi
anzichè 399€+iva