Apple dovrebbe comprare MySpace

Si dice che MySpace sia in cerca di acquirenti, per una cifra non inferiore a 100 milioni di dollari.

Pagato 580 milioni da News Corp. nel 2005, MySpace è da tempo un social network in caduta libera: non macina soldi, taglia dipendenti e filiali e perde utenti a vista d’occhio (basta guardare l’immagine qui sopra).

Ma c’è una grossa azienda che, a mio parere, potrebbe trarre alcuni vantaggi dall’acquisire MySpace: sto parlando di Apple.

Come ipotizzato anche da Jonah Stein parecchio tempo fa, ci sono diversi punti interessanti in un ipotetico accordo fra Apple e MySpace:

1. News Corp. non è messa molto bene, e la vendita di MySpace potrebbe aiutare a fare un po’ di cassa (nel 2009 si parlava addirittura di 2,5 miliardi di dollari (!), ora i tempi son cambiati, e parecchio…)

2. Apple ha una liquidità impressionante, e cresce di trimestre in trimestre. Non ci sono sul mercato altri acquisti sinergici o interessanti per Apple, azienda che francamente non ha mai fatto grosse acquisizioni nel corso della sua storia.

3. MySpace ha perso lustro e ha un disperato bisogno di riprendere quota (se non vuole schiantarsi a brevissimo).

4. L’integrazione con iTunes creerebbe un enorme valore, e renderebbe rilevanti tutti i contenuti musicali, i dati sui fan e i commenti degli utenti, oltre a generare revenue collegando i titoli dei brani a iTunes.

5. Si dice da tempo che Apple voglia diventare un player nel campo del media streaming (e probabilmente manca pochissimo al lancio della versione cloud di iTunes). MySpace ha buone connessioni con Hollywood, e se pensiamo anche al futuro di Apple TV il tutto avrebbe molto senso.

6. Apple è noto per design pulito e l’interfaccia utente intuitiva mentre MySpace… beh, potrebbe giovarne di sicuro 🙂 .

7. MySpace ha investito parecchio in ambito geolocalizzazione, e quindi potrebbe essere una buona base per trovare alcune sinergie con la tecnologia GPS che si trova dentro l’iPhone.

8. MySpace, anche se perde ogni giorno utenti, è un sito ancor oggi ben trafficato. Convertire i visitatori di iTunes in traffico web con questa enorme “user base” potrebbe consentire a MySpace di (tornare a) competere con altre piattaforme social, e a Apple di rimediare al flop di Ping.

Ha senso?

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su google
Google+
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest

11 Comments

  • Ma conviene a questo punto un restyling completo di un sito in caduta libera come MySpace piuttosto che puntare su una cosa completamente nuova (MyTunes?)

  • mah …ho i miei dubbi in merito.
    Gli costerebbe meno e farebbe forse meglio ad estendere itunes senza il bisogno di usare myspace.

  • Sì ha senso. Rispodendo a Simone, in tanti hanno comunque un account MySpace..non lo usano più, però se Apple lo comprasse, ristrutturandolo per bene, tornerebbero subito, oltre al fatto che in ogni caso che Myspace è un “brand” conosciuto (un po’ come se, ad esempio, la Ferrari è in rosso e la comprassero..è vero che possono produrre auto da zero e uguali, ma non avrebbero il cavallino sopra…).

    Certo, lo devono fare bene, però credo che potrebbe venir fuori un’ottima cosa davvero!

    http://therebelekonomist.blogspot.com/

  • @IceMat: il tuo paragone non regge; il problema di MySpace non son i conti in rosso, quanto proprio l’appeal del circuito. Non è più un “marchio Ferrari” del WEB, ed è anzi percepito come qualcosa di “out” dalla maggior parte degli utenti social con cui ho avuto l’occasione di parlarne.

    Al di là del fatto che la sua usabilità ha travalicato lo zero per muoversi tra i numeri negativi.

  • Penso che sia molto difficile combattere contro i trend, quindi nei panni di Apple io piuttosto farei un ispace mirato per gli utenti iphone, ipad, ipod, iped, ipud ovviamente integrato con itunes.

  • Myspace secondo me deve essere ristrutturato da cima a fondo. Così come è ora sembra il profilo di un utente sembra il semplicemente il corollario al sito principale il quale però non viene più trafficato. Inoltre da tempo i commenti vengono usati nel modo sbagliato con l’usanza di tutti di farsi pubblicità. Sarebbe necessario renderlo una sorta di facebook rivolto ai musicisti con in evidenza il player e gli eventi in corsi, ma a che pro? Facebook espleta alla grande questa esigenza ne tantomeno l’Apple iTunes ne ha bisogno.
    prevedo invece che possa essere acquistata da qualcuno che possa far virare il tutto verso una piattaforma mobile per musicisti.

  • Concordo con Emiliano, il paragone di IceMat non regge per niente.
    Sono dell’idea, confermata tra l’altro da dati storici, che quando uno perde utenti poi non recupera più.
    Mi immagino già i ragazzini tra un paio d’anni “vieni sul mio MySpace” e la gente che non sapendo che è stato ristrutturato dice “ma è vecchioooo!”

  • Secondo me non ha molto senso.
    MySpace con l’avvento di Facebook a perso molto.
    Per Apple lo vedrei un investimento a fondo perduto.
    Ha tentato infatti qualcosa con Ping, ma probabilmente con lo stesso investimento potrebbe costruire un suo nuovo social piuttosto che spendere molti soldi per acquistarlo ed in più, spenderne altri per restaurarlo.
    Ping probabilmente non sta avendo il risultato sperato perchè iTunes è radicato come sistema di acquisto di contenuti musicali/video/app e forse è difficile associarlo al concetto di rete sociale. Personalmetne ping non l’ho mai usato. In più sicuramente avendo una rete di amici consolidata in facebook è sicuramente più facile ed immediato sharare tali informazioni direttamente su facebook che non su altri network.

  • secondo me ha parecchio senso, l’unica cosa è vedere se poi quadrano i conti.

  • Non sono d’accordo con voi…MySpace è ancora utilizzato da artisti musicali (molti miei amici lo usano ancora). L’ho sempre visto adatto a loro (a differenza invece di Facebook che è più “open”). Se Apple lo comprasse sarebbe un bel trampolino di lancio per tutti questi gruppi non famosi (e magari anche famosi chissà), oltre al fatto che, diventando un marchio Apple, in tanti tornerebbero a vedere come è diventato, come è stato modificato etc etc.

    Potrebbe diventare un Jamendo (ecco tanto per dire: in quanti lo conoscono? Pochissimi rispetto a Myspace) fatto meglio, munito di Blog, video e con moltissimi artisti ed opzioni in più.

  • Anche ioritengo abbia senso: come dice IceMat Myspace è ancora molto utilizzato dagli artisti, e si è trasformati nel tempo in un social un pò “di nicchia” (ma a giudicare dal grafico conta ancora c.a. 2 / 3 milioni di unici al giorno!).
    Immaginatevi quanto traffico potrebbe ricevere da Itunes… Non credete sarebbe una bella spinta? 🙂
    E poi, come giustamente dice il Taglia: “Apple ha una liquidità impressionante”.
    100 milioni per un social che nelle sue mani potrebbe nel giro di pochi mesi decuplicare il suo valore non credo sia da considerarsi un “investimento a fondo perduto”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Max Valle

Max Valle

Da oltre 20 anni, fornisco consulenze per aziende e professionisti, che vogliono sviluppare il loro business, 
aumentando i clienti, utilizzando le ultime tecnologie e nel pieno rispetto delle normative vigenti in materia.

Seguimi sui social

Iscriviti alla Newsletter

Main sponsor

Scroll to Top

Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi. Acconsenta ai nostri cookie se continua ad utilizzare il nostro sito web. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy & Cookie policy