Aggiornamento Sondaggio sulle retribuzioni SEO in Italia (al 31 Agosto 2011)

Grazie alla pubblicazione dell’articolo sul TagliaBlog (ma a quanto pare anche sul mio umile blog), siamo decollati nel numero dei sondaggi che sono praticamente raddoppiati e al 31 agosto erano 176!

Regioni con maggior numero di SEO:

La Lombardia perde la pole position!

• Veneto: 22
• Lombardia: 20
• Emilia Romagna: 15
• Lazio: 14
• Toscana: 8
• Piemonte: 8
• Campania: 8
• Puglia: 7
• Sicilia: 6
• Marche: 4
• Liguria: 3
• Umbria, Trentino, Sardegna: 2
• Calabria, Abruzzo: 1

Regioni mancanti all’appello

Il tam tam scatenato dall’articolo ha scosso gli animi e diverse regioni sono comparse nell’elenco! Al momento le regioni senza SEO sono:

• Valle d’Aosta
• Friuli
• Molise
• Basilicata

Province con maggior numero di SEO:

• Milano: 18
• Roma: 13
• Padova: 7
• Modena, Napoli, Torino, Vicenza: 6
• Le altre: tra 1 e 5

Analisi: la classifica non si è ribaltata, la maggior parte dei SEO ruota tra Milano e Roma. Alcuni SEO hanno messo delle provincie multiple, indicando una forte propensione alla mobilità, in tal caso ho messo la prima provincia indicata come conteggio principale.

Forme contrattuali:

• Tempo indeterminato: 65
• Contratto a progetto: 32
• Imprenditore/socio: 23
• In nero: 8
• Partita iva (in azienda): 4
• Partita iva (indipendente): 32
• Collaborazione occasionale: 7
• Part time/T.I.: 1

Analisi: rispetto alla tornata precedente, su segnalazione di un utente del TagliaBlog, ho aggiunto la voce del part time, ma sembra che un solo utente lo pratichi e poi ho aggiunto le p.iva “in azienda”.
Le percentuali rimangono interessanti: circa il 38% ha un contratto a tempo indeterminato, e addirittura il 32% è un consulente SEO indipendente o un imprenditore e riceve dalla sua attività abbastanza reddito da mantenere aperta l’attività.

Retribuzione media mensile netta dei seo italiani:

Valgono le considerazioni di Luglio, ecco i risultati aggiornati:

• RMMN collaboratore occasionale: 1150 euro
• RMMN a progetto: 1172 euro
• RMMN imprenditore/socio: 1962 euro
• RMMN in nero: 1014 euro
• RMMM part time: 1000 euro (un solo utente)
• RMMN partita iva indipendente: 1955 euro
• RMMM partita iva (in azienda): 1350 euro
• RMMN tempo indeterminato: 1547 euro

Ipotesi RMMM dei superconsulenti (ossia quelli che prendono più di un contratto a progetto)

• RMMN imprenditore/socio: 2496 euro
• RMMN partita iva indipendente: 2648 euro

Analisi: direi che i numeri sono cresciuti e soprattutto nel caso degli indipendenti la media si è alzata notevolmente. Anche il numero dei superconsulenti è cresciuto, ora le persone incluse in questo giro d’affari sono 34 (rispetto ai 12 iniziali).

Retribuzione media per regione

Vi presento la madre di tutte le tabelle pivot (clicca per ingrandire):

Retribuzione media dei SEO Specialist per regione

Conclusioni al 31 agosto

Grazie allo sforzo complessivo di tutti i partecipanti potete avere un’idea di che cosa guadagnano i SEO, in base alla forma contrattuale e alla regione. Le considerazioni che mi viene da fare sono tre:

• I “migliori” consulenti italiani in media guadagnano come un dipendente in UK. Immaginate quanto guadagna un consulente bravo in UK.
• Alcune persone mi hanno detto di non aver inserito i dati, perchè non avevano ancora abbastanza “storico” da calcolare un netto. In effetti in questo caso la questione è spinosa, probabilmente bisognerebbe calcolare gli introiti percepiti negli ultimi 12 mesi. E se per 6 mesi non ho percepito reddito e poi ho preso 6000 euro (già al netto delle tasse), il mio reddito mensile è 1000. Lo so che la faccio facile, ma sopratutto chi apre una partita iva dovrebbe farsi fare delle simulazioni dai commercialisti. Se non sapete come fare, portate 24 fatture simulate da 3500 euro l’una al commercialista e ditegli “ora calcolami quanto dovrei pagare di tasse da qua ai prossimi 2 anni”.
• Dovremo fare un discorso di esperienza, indicare cioè da quando si fa il lavoro di SEO. Ci avevo pensato inizialmente, ma non volevo annoiare le persone.

Magari sarà una nuova iniziativa da far partire a inizio anno!

Qualcuno vuole fare un sondaggio sui PPC specialist? o sui Social Media specialist?

Autore: Andrea “Gareth Jax” Scarpetta (sta troppo sui social media, adora essere un Seo, scrive (ultimamente poco) su www.andreascarpetta.com, ma lo trovate anche su linkedin, su Google+ quando non è impegnato a fare foto alle cosplayers), per il TagliaBlog.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su google
Google+
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest

30 Comments

  • Ma io dove sono? Dov’era questo sondaggio?
    Dai rifacciamolo che spargo la voce…

  • Spero che anche il mio piccolo contributo su Monetizzando sia stato d’aiuto (mi sa che ti sei dimenticato che anche io ho dedicato un articolo al tuo progetto) 😉

    @Stefano: penso che questo sondaggio sia ancora aperto (o forse sarebbe il caso di tenerlo sempre aperto ed aggiornarlo?).

    Buon lavoro a tutti,

    Valerio.

  • Davide, puoi mettere un link all’immagine della tabella pivot, perche’ temo che non si legga abbastanza…

    @valerio: grazie del supporto all’iniziativa!

  • Fate conto che in UK a certi livelli si guadagnerà certo di più ma la competizione (in termini di numeri di SEOs) è di gran lunga più alta

  • In quel Molise che sembra non rispondere ci sono io! 🙂 Mi divido tra Puglia, Abruzzo e Molise senza avere il dono dell’ubiquità. (PS. al test ho risposto 1 sola volta) 🙂

  • Ho risposto anche io, non avevo visto il sondaggio 😀

    Ma se uno vive un po’ in una regione e un po’ nell’altra?

    Ad esempio ho visto che c’è un solo impavido SEO in Abruzzo, ma al momento siamo in due ahah

  • Scusate, ma le cifre sarebbero a singolo progetto??!? Mi sembrano cifre fuori dal mondo e non commisurate all’effettivo lavoro che si fa (beata ignoranza dei clienti verrebbe quasi da dire) e i risultati che si ottengono. Spero che nei 1000 e passa mensili siano inclusi anche acquisto di links, pubblicita, etc…
    Io non chiederei mai 1000 euro ad un cliente al mese per seguirgli il discorso SEO, e non per questo non ottiene ottimi risultati. Forse solo le grandi aziende possono permettersi cifre simili, considerati i budget consistenti.
    Se invece parlate di stipendio in una ditta che tratta vari clienti, allora ok, ci può stare, come un qualsiasi lavoro impiegatizio.
    Comunque io di “guru” ne ho conosciuti parecchi, ma di competenze su cose basilari ne ho viste poche. Questo più che tanti altri, è un lavoro dove l’esperienza è fondamentale, molto più dei libri di qualche guru americano, di fantomatici seminari o corsi.

  • @Ivan: questo è un sondaggio sulle retribuzioni seo e sulle forme di collaborazione a livello nazionale. Non è una inchiesta dell’agenzia delle entrate 🙂

  • Ciao Adriano, ti chiedo cortesemente di non pestarmi i piedi, co’ sto caldo vado ancora in giro in infradito 😀 😀

  • Ma il sondaggio e’ ancora aperto?
    Sono SEO in UK e mi piacerebbe compilarlo.
    Confermo che gli stipendi in UK sono nettamente piu’ alti di quello riportato in questo sondaggio. Riguardo alla competizione in questo paese posso dire che e molto forte a Londra, ma al di fuori della capitale gli SEO (bravi) scarseggiano anche qui…

  • A mio avviso le retribuzioni sono fasulle o meglio: da buoni italiani non siamo capaci di dire quanto guadagniamo davvero, subentra un blocco “psicologico”.

    Com’è possibile che un tempo indeterminato guadagni più di una “partita IVA in azienda”? Se così fosse, a quest’ultimo, pagate le tasse non rimarrebbero neanche 700 euro… Senza contare che non accantona TFR e non ha giorni di malattia pagati e neanche ferie.

  • @andreascarpetta
    No, è che volevo capire il senso della cosa. Non ha molto senso mettere dentro dipendenti, partite iva, progetto assieme, dato che si tratta di mondi completamente diversi.
    Un conto è se tu lavori come dipendente di una azienda o anche solo progetto per un’azienda-cliente-unico, quindi è ovvio che avrai uno STIPENDIO che può essere quello di un normale impiegato.
    Altro discorso è se lo fai come AZIENDA tu, in questo senso non è assolutamente realistico parlare di 1000 e passa euro al mese a progetto, perché allora non stiamo parlando di azienda (anche individuale) ma di FINTO dipendente.
    Se io come azienda propongo ad un cliente 1500 euro al mese per il SEO mi ride dietro, anche perché se davvero facessi quel lavoro (impegno di 3-4 ore giornaliere) poi non avrei più il tempo di lavorare per altri clienti.
    Dico solo che impostato così non è molto sensato.
    Piuttosto chiediamo:
    – quanto un’azienda nella tal regione è disposta a pagare mensilmente (indipendentemente da chi) per avere una gestione SEO
    – quanto guadagna mediamente un dipendente che opera presso l’azienda che usufruisce del SEO, o lavora presso un’azienda che offre servizi di SEO
    Quindi un discorso di retribuzione in base a settori, mansioni, investimenti … ma non una retribuzione a SINGOLO progetto, perché così non ha senso.
    E poi scusa… uno si fa pagare SEMPRE quella cifra per ogni progetto? Ma dipenderà bene dalle caratteristiche del progetto quanto farsi pagare, o no, anche perché non è detto che sia sempre richiesta lo stesso impegno di lavoro.
    Vabbè, non volevo polemizzare, chiedo scusa al Taglia

  • @ivan per “progetto” dovrebbe essere il Cocopro: mi dispiace se hai frainteso, ma nell’accezione comune è quello…

  • Ciao DAG, avere una P.IVA non vuol dire essere ricchi e dipende molto dai committenti che si hanno, per di più se ne hai pochi e sei soggetto anche ad IVA allora anche 700 possono essere tanti.

  • @Pompeo Pipoli
    Scrivo con cognizione di causa.
    Ho parlato di “partita IVA in azienda” e non di “partita IVA”.
    La “partita IVA in azienda” è una porcheria che fanno le aziende.
    Anziché assumerti, ti fanno aprire la partita IVA in modo da essere libere di farti stare a casa da un giorno all’altro.
    Il tuo costo se lo scaricano per interno (in quanto sei a tutti gli effetti un fornitore).
    Dal canto tuo, devi contrattare un minimo.
    Se sai che oltre 40% va in tasse, e che non accantoni TFR, ferie e non hai malattie retribuite, per avere uno stipendio minimo (full time diciamo attorno a 1200 euro) devi fatturare almeno 2700,00 + IVA.
    Ho avuto la partita iva e ti posso dire che 2700,00 + IVA lorde sono una miseria! Poi se evadi le tasse è tutto un altro discorso.

  • Ciao! Ho visto il sondaggio. E’ un’ottima idea, volevo però capire come è stato effettuato il sondaggio, come sono stati raccolti i dati… Comunque il dibattito che ne nasce è davvero interessante 🙂

  • per la mia esperienza sono soldi buttati, abbiamo cercato (faticosamente…) un SEO, vagliato il CV che ci sembrava migliore e più adatto a noi, pagato una salatissima parcella e risultato appena migliore (forse…) rispetto a prima.
    Sto cominciando a chiedermi se, effettivamente, questa mania del SEO abbia un senso….

  • Occhio Sara, stai per accende una discussione infinita…

    Sai qual’è la cosa bella? CHe non saprai mai come sarebbe andata… Chissà forse il “risultato appena migliore” di cui parli, senza il SEO sarebbe stato una “perdita più che consistente”… O al contrario sarebbe stato un risultato ancor più grande… Chi può dirlo?

    Bisogna fidarsi… La società per cui lavoro si affidi ai migliori (secondo noi) e si “fida”. Se non hai fiducia lascia stare, tanto la SEO è una cosa così tanto misurabile da non riultare mai abbastanza misurabile.

  • @os2: ho creato online una form tramite google docs e ho chiesto alcune domande di base. Se vai sul primo post di luglio c’e’ ancora il link…ed è sempre attivo.

  • @DAG: prendo atto del tuo “suggerimento” a lasciar perdere certi argomenti, ma mi sono limitata a riportare la nostra esperienza che, certamente, non ripeteremo.
    Tutto qui.

  • Qualcuno mi sa dire quanto viene retribuito in Italia un Social Media Monitoring Manager / Listening Manager… grazie.

  • @sara: sfondi una porta aperta, perchè purtroppo è molto difficile misurare l’effettiva seniority di un Seo senza lavorarci. Nel tuo caso suppongo si sia trattato di un consulente esterno, ma questo non giustifica i problemi che tu puoi aver avuto.

    Vorrei proporti questo: tu mi spieghi in privato (se vai sul mio sito nella sezione contatti c’e’ la mia email) la tua situazione, omettendo il nome della persona e io ti do una mia valutazione su come è stato gestito il tutto. Il mio intento non è di prenderti come cliente, ma di capire se è possibile stilare delle linee guida per i clienti aiutarli a valutare i consulenti Seo.

    Su questo non proseguirei qua, perchè il post è dedicato a capire quanto guadagnano le figure che fanno Seo in italia 🙂

  • @Andrea Scarpetta: se vuoi farmi un post su “come valutare un seo”, accetto volentieri 😀

  • @davide Ne parleremo, quando avremo raccolto un po’ di feedback magari 🙂

  • Il campione è ancora troppo piccolo per fare un’analisi dei risultati comunque sono dati interessanti.

  • @Sara Un risultato appena migliore è un risultato migliore… Si lavora in tutte le aziende per migliorare anche se di poco ma migliorare.

    Forse l’errore più grande e sottovalutare un miglioramento lieve oggi in prospettiva di domani.

    Magari quel SEO non ha migliorato la tua visibilità del 100% ma ha migliorato 100 cose del tuo sito del 1% e giorno dopo giorno il risultato non è assolutamente da sottovalutare domani.

  • Quelli sopra sono gli stipendi di una centralinista full time.

    A questo punto meglio emigrare in Germania e fare l’operaio a 2.500 euro senza tanti pensieri (SEO ===> portare risultati e clienti alle aziende)

    🙁

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Max Valle

Max Valle

Da oltre 20 anni, fornisco consulenze per aziende e professionisti, che vogliono sviluppare il loro business, 
aumentando i clienti, utilizzando le ultime tecnologie e nel pieno rispetto delle normative vigenti in materia.

Seguimi sui social

Iscriviti alla Newsletter

Main sponsor

Scroll to Top

Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi. Acconsenta ai nostri cookie se continua ad utilizzare il nostro sito web. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy & Cookie policy