Come promuovere la tua impresa su Facebook

Pubblicizzare un'azienda su Facebook

Meglio mettere in chiaro alcuni punti: questa guida ti spiega come pubblicizzare un’azienda su Facebook partendo da zero, cercando di creare una base utile per chi muove i primi passi nel settore. Da qui si può lavorare su mille sfumature sempre più avanzate.

L’articolo che stai leggendo è rivolto a chi ha un’azienda e vuole iniziare a trovare clienti su Facebook: contatti utili, acquirenti, persone che potrebbero essere interessate alla propria attività. A volte basta impostare una buona presenza su questo social network per avere buoni risultati.

Poi, per ottenere grandi numeri l’attività di un social media strategist può fare la differenza. Nel frattempo bisogna iniziare con il piede giusto: come attivare la pubblicità su Facebook? Quali sono i passaggi essenziali di una buona promozione per piccole e micro imprese? Ecco i punti imprescindibili.

Aprire una pagina Facebook: base di partenza

Hai un’azienda e vuoi fare promozione su Facebook? Perfetto, devi impostare una Fan Page. Vale a dire un passaggio indispensabile per portare un’azienda, un’associazione o un qualsiasi brand sul social network di Mark Zuckerberg.

Crea una pagina su Facebook

Posso aprire profilo Facebook aziendale? No, le regole sono chiare: è un’opzione rivolta solo agli individui, chi infrange la regola rischia di perdere il lavoro. Quindi, se vuoi promuovere la tua impresa inizia da questo link: facebook.com/pages/create.

Ora devi prendere una serie di decisioni e seguire le istruzioni del percorso stabilito. Pochi passaggi e sei online con la tua Facebook Fan Page aziendale. Gli step essenziali da seguire per migliorare il lavoro svolto?

  • Aggiungi tutte le informazioni possibili.
  • Carica il logo come avatar.
  • Aggiungi una foto copertina accattivante.
  • Usa il tuo nome aziendale, il brand.
  • Crea una URL personalizzata.

Inizia da subito a presentare la tua Facebook Fan Page al meglio: punta sulla chiarezza del contenuto e crea un buon visual. Per ottenere questo risultato puoi usare Canva, un ottimo tool che consente di creare una miriade di contenuti visual. Prendi confidenza con questa realtà, ti servirà in seguito.

Crea un calendario editoriale dei contenuti

Sai qual è uno dei problemi fondamentali delle aziende che aprono una pagina Facebook e iniziano a pubblicare? Semplice, credono di aver scoperto la soluzione definitiva per fare pubblicità gratis.

Spendono migliaia di euro per cartelloni pubblicitari o inserzioni nei giornali locali, ma quando si tratta di Web tutto deve essere gratuito. Ma soprattutto basato su una logica autoreferenziale.

La mossa peggiore: usare la Fan Page per spingere solo contenuti commerciali. Ciò significa condannare la tua attività su questo social senza pietà. Per pubblicizzare un’azienda su Facebook in modo organico (ovvero senza advertising) devi far sì che le persone siano attratte, felici di tornare sulla tua bacheca.

Segui la golden ratio dei contenuti

L’equilibrio si trova grazie a una gestione chiara del calendario editoriale. La regola fondamentale: creare valore. Per ottenere questo risultato è utile seguire quella che viene definita la golden ratio dei social network:

  • 60% di content curation.
  • 30% di contenuti propri.
  • 10% di contenuti commerciali.

Le percentuali non devono essere seguite alla lettera. Ma il principio è cristallino: l’aspetto commerciale (compra, compra, compra) è minimo. Anche le pulsioni autoreferenziali sono ridotte rispetto, invece, a ciò che nasce dalla tua attività di content curation.

Vale a dire la cura delle fonti che consente di individuare, organizzare, arricchire e pubblicare qualcosa che è già presente online. Ma che i tuoi fan ancora non conoscono. Se vuoi approfondire il tema della Golden Ratio puoi dare uno sguardo alle slide che trovi qui in basso.

Attenzione ai contenuti degli utenti

Una delle strategie migliori per un’azienda che vuole visibilità su Facebook: sfruttare gli UGC, vale a dire gli user generated content. Sto parlando di testo e immagini che arrivano direttamente dal pubblico.

Ad esempio puoi invitare le persone a pubblicare o inviare foto mentre usano il prodotto, oppure se si trovano nel tuo punto vendita. Per poi ripubblicare i contenuti.

Si tratta di riprova social, le persone che vedono queste foto possono toccare con mano le emozioni del pubblico. Così sono invogliate a partecipare, a seguire l’esempio di altre persone.

Gli utenti sono sempre alla ricerca di scorciatoie mentali per prendere decisioni e gli user generated content possono aiutarti. Come aiuta tutto questo a fare promozione di un’azienda su Facebook?

Snippet della pagina Facebook su Google

Invoglia l’uso delle recensioni, sono un passaggio decisivo per far capire alle persone che si trovano nel posto giusto. Inoltre il parametro viene ripreso sia nello snippet della pagina Facebook che nella scheda del Knowledge Graph.

L’importanza del visual nel content marketing

Quando decidi di promuovere la tua azienda su Facebook devi mettere, nel tuo piano editoriale, in conto la creazione di un buon quantitativo di contenuti visual. Perché è ciò che funziona, l’obiettivo di Mark Zuckerberg è quello di mantenere il pubblico sulla piattaforma: questo avviene grazie a immagini, foto e video.

Percentuale di video su Facebook

Non a caso tutte le statistiche e le ricerche (qui una di Buffer che fa la giusta sintesi) suggeriscono di investire nel visual content marketing. Che tu puoi usare in modi differenti.

Qualche idea concreta per dare alle persone qualcosa in più e forgiare un buon calendario editoriale anche senza un team di grafici e video maker?

Canva

Ribadisco l’importanza di questo strumento per modellare un visual adeguato. Grazie ai modelli predefiniti puoi creare copertine, post e preview di eventi. Senza dimenticare la possibilità di generare le anteprime link da salvare nei blog post.

Canva

Una delle attività preferite da seguire con Canva: la creazione di visual quote, immagini con citazioni proprie o di autori famosi. In questo modo è possibile lavorare sulla condivisione dei valori aziendali e registrare un seguito sulla propria pagina Facebook.

Lumen5

Non devi essere per forza un video maker per ottenere buoni lavori. Io, ad esempio, uso spesso Lumen5 per creare delle clip partendo da contenuti visual propri o di archivio. In più aggiungi colonna sonora e scritte così hai un contenuto perfetto per la tua pagina.

Lumen5

Una delle soluzioni più interessanti: la possibilità di costruire dei contenuti importando il testo di un articolo. Così puoi usarlo per inserire il copy tra le varie clip, le immagini e i video. C’è una versione gratuita e una a pagamento, veramente completa.

Dirette

Una risorse impossibile da dimenticare. I live aiutano a migliorare la visibilità e l’engagement del tuo brand su Facebook. Gestisci una buona attività editoriale, organizza dirette chiedendo ai tuoi fan di lasciare le proprie domande e opinioni sui temi da affrontare.

Le dirette Facebook possono essere fatte da mobile o desktop, e le puoi migliorare grazie all’uso di microfoni professionali, sfondi e webcam. Inoltre dopo la pubblicazione puoi cambiare la copertina. In questo modo hai la possibilità di curare al meglio anche la presentazione sulla Fan Page del video.

Inizia a fare ADV su Facebook

La pubblicità è un passaggio imprescindibile per migliorare la promozione di un’azienda su Facebook. E la pagina aziendale su questo social network ha un grande vantaggio: consente di creare una campagna con un pubblico personalizzato per raggiungere le persone giuste. E puntare verso obiettivi di marketing concreti.

Si può vendere su Facebook? E trovare clienti? Certo, dipende dal tipo di business e dalla pubblicità che si attiva. Perché Facebook consente di attivare diverse inserzioni rispetto a cosa serve in un determinato momento. In realtà per pubblicizzare un’azienda su Facebook, di solito, seleziono tre macro-categorie di ADV.

Aumentare i Fan

In un primo momento, quando la pagina Facebook è appena nata, può far comodo migliorare un po’ la base di follower. In questi casi fare un minimo di advertising rivolto all’acquisizione dei fan può essere una buona soluzione.

Meglio, sicuramente, di quelle pratiche assurde che ti costringono a cooptare amici dal profilo senza alcuna targettizzazione. Ben inteso, nulla di male nell’invitare le persone giuste a seguire la tua attività.

Questa è una delle soluzioni utili per aumentare i fan della tua pagina appena nata. Sono gli eccessi che diventano un problema e la pubblicità mirata può risolvere il nodo.

Promuovere post con buon engagement

Atra soluzione che non riguarda in modo diretto al vendita o la prenotazione, ma consente di lavorare su fattori indiretti che comunque spingono il tuo brand. Faccio un esempio: ho pubblicato una visual quote o un link verso il mio blog su Facebook ricevendo molti commenti, Mi Piace e condivisioni.

La visibilità organica può avere dei picchi virtuosi se riesci a coinvolgere il pubblico e a creare conversazioni virtuose, ma per mantenere alta la tendenza puoi spingere il post con un minimo di advertising.

In questo caso bastano pochi euro per aumentare la visibilità della pubblicazione e dare più forza al brand, al blog e al sito web. Lavorare sui contenuti informazionali, quelli che rispondono alle domande del pubblico, è un buon investimento e l’ADV può essere valido complice dell’inbound marketing.

Promuovere per vendere

Ma anche per avere prenotazioni, far scaricare un contenuto di lead generation, ottenere dei contatti email o delle richieste di preventivo. Tutto ciò che ha un intento transazionale – quindi con l’idea di far fare qualcosa all’utente che riguardi il tuo business – può trovare grandi vantaggi nella sponsorizzazione ben strutturata.

Ovviamente tutto ciò deve essere studiato in modo da massimizzare i profitti e investire al meglio. Per lavorare in questa direzione è utile aggiungere il pixel di tracciamento.

Vale a dire una stringa di codice che consente di tenere traccia del pubblico per migliorare la targettizzazione delle sponsorizzazioni. Ecco la soluzione migliore per creare un advertising sempre più efficace.

Coinvolgi al meglio il tuo team su Facebook

Sai qual è una delle strategie più interessanti che ho messo in pratica nel tempo per pubblicizzare un’azienda su Facebook con un buon successo? Semplice, abbracciare una cultura aziendale capace di sfruttare la spinta che può arrivare dal team.

Anche i tuoi dipendenti sono su Facebook, vero? Perfetto, coinvolgili nel lavoro di social media marketing invogliando la condivisione dei contenuti che hai pubblicato, aggiungi tag ai nomi di chi ha scritto un articolo sul blog aziendale.

Anche nei commenti questa logica diventa vincente: coinvolgi le persone esperte in un determinato settore e lascia commenti firmando, con nome e cognome.

Creare una cultura aziendale social vuol dire non frenare la condivisione del lavoro svolto, anzi. Facebook può diventare un buon modo per veicolare il tuo brand grazie all’aiuto delle persone che ti aiutano ogni giorno a generare valore.

Vuoi pubblicizzare un’azienda su Facebook?

Io credo che una PMI debba sempre iniziare da buone basi per fare pubblicità su internet e sfruttare gli strumenti del web per ottenere buoni frutti. Puoi affidare ogni aspetto della promozione a una digital agency, questo è vero, ma prima di iniziare devi avere ben presente uno snodo: non puoi tirarti indietro.

Già, prima di lasciarti voglio puntare sull’ultimo consiglio: anche se bypassi la promozione su Facebook affidandola a un’azienda professionale, magari con social media strategist e community manager, ricorda che tu devi esserci sempre. Nel fornire contenuti, idee, risposte, valori e tanto altro. Sedersi in poltrona e aspettare i risultati non è mai la soluzione giusta.

Autore: Diego Ricci di MarkCom, agenzia di Marketing e Comunicazione, per il TagliaBlog.

Prova GRATIS SEMrush, il miglior tool per fare SEO/SEM!

2 Comments

  1. Roberto Di Molfetta 26 Gennaio 2019
  2. Diego Ricci 26 Gennaio 2019

Leave a Reply