Come creare un banner mobile efficace

Banner Mobile

Riuscire a creare un bel banner per un dispositivo mobile, non è semplice come dirlo: il modo di utilizzo e soprattutto le dimensioni dello schermo di uno smartphone o di un tablet sono differenti da quelli di un PC, e un banner che funziona bene su un grande monitor è assai difficile che abbia la stessa resa all’interno di 9, 7 o 4 pollici.

In altre parole, per i siti web valgono alcune regole, per Facebook altre, e per il mobile altre ancora (anche se alcune di queste indicazioni sono buone un po’ per tutti gli ambiti della pubblicità online).

Jumptap, insieme a Dynamic Logic e Celtra, ha analizzato oltre 1.000 campagne pubblicitarie destinate a dispositivi mobili, ed ha condensato in uno studio denominato 10 Tips For Creating Effective Mobile Ads un decalogo di utilissimi consigli (tradotti qui sotto da me):

1. Pensa alle dimensioni

Ad oggi non ci sono ancora standard precisi circa le dimensioni degli annunci pubblicitari: nei feature phone si utilizzano banner da 120×20, 168×28 e 216×26, negli smartphone da 300×50, 320×50, 300×250 e 480×75 (solo su Android) e infine nei tablet da 300×250, 728×90, 600×800 e 600×90 (solo su Kindle).

In linea generale, è comunque bene eliminare i testi troppo lunghi, e ingrandire gli slogan (e le call to action) il più possibile:

Design for size

Altro dato statistico interessante: nei dispositivi più grandi (=tablet) il CTR è generalmente più alto, e a parità di dimensioni è più alto sui device marchiati Apple rispetto a quelli degli altri brand.

2. Non esagerare con i colori

Se possibile, utilizza pochi colori: banner con 3 colori o meno hanno registrato il 9% di click in più rispetto a banner con 3 o più colori, e nel settore automotive la differenza è ancor più rilevante.

In altre parole, se devi progettare un banner per un’auto, evita cose come quella qui a sinistra:

Don’t overdo it with colors

3. Non essere prolisso

Come per i colori, usa poche parole: banner con 4 parole o meno hanno registrato il 28% di click in più rispetto a banner con 4 o più parole, e nel settore della tecnologia la differenza è ancor più rilevante.

In altre parole, se devi progettare un banner per vendere un PC, evita cose come quella qui a sinistra:

Don’t be wordy

4. Usa (bene) le call to action

Stranamente, analizzando i dati complessivi, non ci sono stati scostamenti fra annunci con le call to action e annunci senza (a parte nel settore entertainment).

Jumptap si è data questa spiegazione: in molti banner erano presenti call to action poco accattivanti, deboli, confuse, che hanno contribuito ad abbattere (di molto) il CTR.

Il consiglio rimane dunque quello di utilizzare le call to action, purché siano “forti e chiare”:

Consider call to action

5. Usa le persone

Se possibile, metti nell’annuncio l’immagine di una o più persone: banner con all’interno delle persone hanno registrato il 20% di click in più rispetto a banner senza persone, e nel settore della tecnologia la differenza è stata ancor più rilevante.

In altre parole, se devi vendere un tablet, metti nel banner 2 persone che lo usano, e non solamente il prodotto:

Go human

6. Usa i rich media

I rich media performano meglio degli annunci statici, e permettono di ottenere un maggior engagement ed aumentare il tempo speso sulla pagina da parte dell’utente.

Grazie alle peculiarità dei dispositivi mobile, è possibile (ad esempio) ottenere ottimi risultati da annunci che includono panoramiche a 360 gradi del prodotto, che permettono di geolocalizzare il punto vendita, o che permettono di interagire con la pubblicità stessa e poi condividerla con i propri contatti.

Nell’esempio qui sotto, abbiamo sulla sinistra una pubblicità statica di un paio di scarpe, mentre quella a destra permette all’utente di “correre virtualmente” tappando con le 2 dita. Inutile dire quale performa meglio…:

Use rich media

7. Usa i video

La gente ama guardare i video tramite smartphone e tablet: nel 2012, la crescita dei mobile video è stata del 300% sull’anno precedente, ed è inutile dire che anche lato pubblicitario la cosa è stata osservata (e sfruttata).

Per ottenere più click sui video pubblicitari, è consigliabile evitare annunci statici o messaggi che facciano pensare all’utente che è necessario un click aggiuntivo per visualizzare il video; meglio banner con all’interno una piccola preview del video e rich media che facciano partire il video con un solo tap:

Use video

8. Usa le landing page
Anche se non hai un intero sito web ottimizzato per il mobile, puoi ottenere eccellenti risultati collegando il tuo annuncio pubblicitario ad una landing page fatta apposta per dispositivi mobili (come quella qui a destra):

Use landing pages

9. Colpisci l’utente al momento giusto

Sapevi, ad esempio, che il picco massimo del CTR è nel mese di Gennaio, mentre quello delle conversioni a Luglio? E che gli annunci riguardanti i ristoranti raggiungono il picco di engagement nel fine settimana?

Se hai un ristorante, è inutile concentrare la tua campagna pubblicitaria nei primi giorni della settimana; mantieni una bassa pressione nei giorni feriali, e alzala nel weekend:

Time appropriately

10. Combina l’arte con la scienza

L’engagement è dato dalla somma fra una buona creatività e un buon targeting.

Se, ad esempio, promuovi un’auto di lusso ad un pubblico di utenti che guadagna meno di 30.000 dollari all’anno, otterrai probabilmente moltissimi click sul banner, ma nessuno di questi acquisterà l’automobile. Viceversa, se punti esclusivamente ad un target di utenti con uno stipendio annuale di 200.000 dollari e con casa di proprietà, otterrai maggiori conversioni:

Combine art & science

Prova GRATIS SEMrush, il miglior tool per fare SEO/SEM!

One Response

  1. Daiana 12 Novembre 2013

Leave a Reply