Norton migliora la tua reputazione online… regalandoti AdWords

Ricordo che ben 6 anni fa Naymz, uno degli innumerevoli siti che consentono di creare e gestire online la propria “identità digitale”, si era messo a regalare annunci AdWords, che comparivano nelle ricerche di Google quando qualcuno cercava il nome e cognome dell’utente.

Non trovo quindi nulla di particolarmente nuovo in questa idea appena lanciata da Norton,



che sostanzialmente si offre di creare un annuncio AdWords (gratuito) per “proteggere la tua reputazione online”.

Se compili questo form

Il form di Norton Top Search Result

che appare al termine del video qui sopra, vedrai comparire nelle SERP di Google qualcosa di simile (ovviamente solo quando qualcuno cerca il tuo nome e cognome):

Un esempio di Norton Top Search Result nelle SERP di Google

Nei Terms & Conditions del servizio leggo che “the service is provided until such time when five (5) clicks have been made on the link in the Adword-ad” e che “Norton Digital Styling (below the ”Service”) is provided free of charge”: quindi mi pare di capire che Norton regala un massimo di 5 click sull’annuncio pubblicitario di AdWords, e poi basta.

Interessante però la strategia e il claim dell’iniziativa: da un lato Norton raccoglie l’email dell’utente (che di certo potrà essere usata per proporre prodotti legati alla sicurezza online), dall’altro fa leva sui problemi di reputazione insiti in una gestione un po’ troppo “allegra” delle proprie attività su Internet.

Frugando nel sito, si fa infatti riferimento a 2 studi svedesi dai quali emerge che 1 utente su 10 e 1/3 dei giovani svedesi fra i 15 e i 22 anni prova imbarazzo circa le informazioni presenti online riguardo la propria persona, e che 1 persona su 2 cancellerebbe tutti i propri dati da Internet (se ne avesse la possibilità) mentre 1 su 3 ammette di aver condiviso qualcosa che non vorrebbe fosse vista dal futuro datore di lavoro.

Norton offre infine questi 6 consigli per monitorare e progettere la propria online reputation:

• utilizza Google Alert per vedere se qualcuno ha caricato contenuti relativi al tuo nome
• crea un profilo sui principali social network come Facebook, Google+ e LinkedIn: hanno un peso importante per Google, e possono spingere verso il basso gli altri risultati
• apri un blog e aggiornalo con contenuti che desideri siano associati alla tua persona
• compra un nome a dominio che includa il tuo nome (www.tuonome.com)
• collega e linka fra loro i tuoi profili online; per esempio linka il tuo blog dal tuo profilo di Facebook
• se qualcuno ha scritto qualcosa sul tuo conto, che non vuoi che compaia sui motori di ricerca, prova semplicemente a chiedere a quella persona di rimuovere quel contenuto, oppure di rimuovere dal contenuto il tuo nome

Consigli assolutamente utili, probabilmente più del banner che spinge un pò più in basso qualche risultato imbarazzante…

Prova GRATIS SEMrush, il miglior tool per fare SEO/SEM!

Leave a Reply