Come fare un sacco di traffico SENZA usare i social

La crescita degli utenti di Moshi Monsters

Si è portati a pensare che i social siano oggi i migliori strumenti per viralizzare un messaggio e raccogliere nuovi utenti.

Ma nell’era pre-Twitter e pre-Facebook, come era possibile far conoscere un nuovo sito? E come è possibile farlo nel 2012, se il tuo target demografico non usa questi 2 social?

Michael Acton Smith è il fondatore di Moshi Monsters, un sito per bambini nato nel 2008 e frequentato da utenti con una età media fra i 6 e gli 11 anni: troppo giovani per crearsi un profilo su Facebook, per cinguettare su Twitter, per “pinnare” qualcosa su Pinterest.

Dopo un annetto di fatica, il traffico di Moshi Monsters ha iniziato a decollare – come si può vedere dall’immagine qui sopra – arrivando oggi alla bellezza di 60 milioni di utenti.

Business Insider ha chiesto a Smith come sia riuscito a viralizzare così bene il suo servizio, senza poter contare su social come Facebook e Twitter. Ecco i suoi 5 consigli:

1. Crea un social tutto tuo

Moshi Monsters può anche non avere l’integrazione con Twitter e Facebook, ma questo non significa che non è social.

In realtà è un social network per bambini: all’interno del sito, è possibile inviare messaggi (monitorati) agli amici, condividere link alle pagine del proprio mostro, o adottare e giocare col proprio animaletto.

Se non puoi utilizzare social esterni, trova un modo per coinvolgere e far socializzare fra loro i tuoi utenti senza che lascino il tuo dominio.

2. Incoraggia gli utenti a condividere offline

Moshi Monsters dà ad ogni bambino un simplice URL e un nome utente molto facile da ricordare, in modo che possa condividerlo quando ne parla offline.

3. Non sottovalutare le app mobile

Persone che non sanno nemmeno cosa è Twitter, sanno usare benissimo il proprio smartphone.

Anche i bambini sanno usare un iPad o un iPhone. Spesso amano tantissimo le app, e assillano i genitori per scaricarle.

Molti adulti pensano che i bambini non scaricherebbero mai un’applicazione, e ciò è assolutamente falso: quando un bimbo raggiunge i 7-9 anni di età, smartphone e tablet diventano i giocattoli più desiderati.

Inoltre, non appena Apple rilascia un nuovo dispositivo, ci sono genitori che regalano il vecchio ai propri figli.

4. Usa prodotti offline per portare traffico a quelli online

Ho lanciato un sacco di prodotti offline legati a Moshi Monsters: CD musicali, torte di compleanno, carte da gioco. Ho 100 prodotti in licenza dai quali ricavo delle royalty fra il 5% e il 20%. I miei giocattoli vengono venduti in tutti i negozi più noti, come quelli della catena Toys “R” Us.

5. Crea qualcosa che la gente possa amare

“Non c’è un meccanismo più virale di fare qualcosa che la gente possa amare”, conclude Michael.

Frase che mi ha ricordato il segreto del successo di Ben Huh, personaggio a capo di un network di siti web dai numeri incredibili: “rendi felici gli utenti per almeno 5 minuti al giorno”.

Prova GRATIS SEMrush, il miglior tool per fare SEO/SEM!

6 Comments

  1. Andrea Palmieri 4 Aprile 2012
  2. mirko 4 Aprile 2012
  3. Giorgio Marandola 6 Aprile 2012
  4. Coccoilcreativo 6 Aprile 2012
  5. Alberto Narenti 7 Aprile 2012
  6. Andrea Barghigiani 12 Aprile 2012

Leave a Reply