Come un Brand deve interagire su Facebook: Il caso della pasta online

Sei sicuro che basta aprire una Pagina dedicata al Brand per essere Social?

Pasta su Facebook

Oggi più che mai un Brand deve essere pronto a rispondere alla necessità di “contaminazione” richiesta dall’utente medio.

Se un consumatore moderno trova una connessione con il Brand il valore che ne deriva è di “complicità”.

Quanto può valere una risposta su Facebook anziché quella di un call center?

Se le aziende cominciassero ad assumere internamente persone competenti a gestire la relazione con i clienti tramite social media quanto risparmierebbero in esternalizzazione del Customer Care ed Assistenza?

Quanto influisce la presenza sui social media rispetto alla sola presenza in uno spazio televisivo?

Il ruolo dei social media deve sempre di più essere considerato come un valore da aggiungere piuttosto che una quantificazione economica da “stimare” con il ROI.

La domanda esatta da porre a chi è fissato con gli indici economici sarebbe:

Quanto ti costa NON usare i social media correttamente?

Io ho provato a fare un breve panoramica dei Brand di Pasta su Facebook è ho estratto degli screenshot per visualizzare i migliori contenuti condivisi. Sono degli esempi che servono a rendere più chiara l’idea di alcune regole base per stimolare l’interazione tramite una pagina Facebook.

1. Riconoscenza

Chi segue i tuoi contenuti non è un numero, sono persone che hanno interesse a seguirti come hanno piacere nel ricevere qualcosa in cambio, anche un semplice grazie.

2. Stimolazione

Non serve che tu faccia monologhi la gente vuole essere anche ascoltata. Prova a chiedere ed otterrai una risposta.

3. Sintonia

Non essere banale nel condividere contenuti, guardati intorno, osserva il mood del momento ed agisci. Entrare in sintonia con le persone è la cosa più difficile ma anche la più importante che tu possa raggiungere.

4. Fantasia

Cerca sempre nuovi schemi linguistici. Cogli l’attimo giusto per comunicare, preparati agli appuntamenti importanti e condividili con chi ti segue.

5. Ironia

C’è chi crede che per comunicare bene bisogna anche saper fare sorridere. Ecco, allora ricordatelo la prossima volta che scrivi e non capisci la formula magica.

6. Fedeltà condivisa

Se hai un Brand riconoscibile e le persone apprezzano la tua fedeltà non tenerlo nascosto, ogni apprezzamento ha maggiore valore per tutta la comunità che ti segue se lo condividi con loro.

7. Non sparire semmai metti in pausa

Se hai aperto una pagina Facebook gestiscila anche se ha avuto dei problemi. Puoi semplicemente renderla invisibile, e riattivarla quando avrai superato il periodo negativo. Chi ti segue o chi cerca delle risposte potrebbe non essere così corretto come pensi.

Qual è secondo voi la pasta più interattiva su Facebook?

Ecco un’infografica che vi indica i numeri delle condivisioni ed il numero di fan.

Infografica dei Brand della Pasta su Facebook

Come calcolare l’indice di interazione:

Dividete il numero di “persone che parlano di quest’argomento” per il numero di Fan e moltiplicatelo per 100, otterrete un indice di interazione.

Io ho fatto una screenshot in data 29 Marzo. Se volete aggiornare i dati basterà che andiate singolarmente su ogni pagina e entrando nelle informazioni dei “Mi piace” troverete gli stessi dati aggiornati.

Quando apri una pagina Facebook comincia a pensare al tuo brand come un sistema aperto di connessioni. Non esisti solo tu, le persone che sono connesse su Facebook esistono anche fuori. Troveranno i tuoi prodotti, ti contatteranno anche per farti delle domande, non ignorarle.

Impara la prima regola del Web:

Ciò che ti sembra Gratis e dovuto in realtà è un sistema economico raffinato basato sullo scambio di valori e sull’utilità di un servizio offerto.

Autore: Daniele Vinci di Comunikafood – Social media food, per il TagliaBlog.

Prova GRATIS SEMrush, il miglior tool per fare SEO/SEM!

4 Comments

  1. Barbara 6 Aprile 2012
  2. Romy 7 Aprile 2012
  3. Alessio 7 Aprile 2012
  4. Daniele Vinci 8 Aprile 2012

Leave a Reply