Google +1, il Facebook Like di Google

Google +1

I più attenti sanno che Google +1 era nell’aria da tempo: se ne iniziò a parlare a inizio Dicembre 2010, e da qualche giorno quello che dovrebbe essere l’erede di Google Me prima e di Emerald Sea poi, ha visto finalmente la luce.

Cosa è Google +1?

Definirei +1 come l’epilogo della Google Social Search, che a febbraio aveva già registrato qualche piccolo ritocco. Secondo Google – che non farà MAI e poi MAI il nome di Facebook -, +1 è un modo per “offrire i suggerimenti giusti al momento giusto” e per “condividere i vostri contenuti preferiti con il mondo”: suggerimenti giusti (perché parte delle propria cerchia sociale), al momento giusto (quando cerchi) e nel posto giusto (nelle SERP del motore di ricerca).

Quando verrà lanciato Google +1?

+1 è attualmente visibile su Google.com, previa attivazione del servizio tramite Google Experimental Search. A breve verrà esteso ovunque.

Ma Google +1 non è molto simile a Google Buzz?

Google Buzz ha fallito in quanto servizio “insipido” e fondamentalmente inutile. Buzz è cresciuto come un aggregatore senz’anima di contenuti postati su altri social, e fa leva su una base “utenti sociali” tutto sommato modesta (rispetto a quella di Facebook e Twitter); inoltre ha avuto un bel po’ di problemini di privacy, che hanno contribuito a tarpargli le ali.

Come funziona Google +1?

Google +1, a differenza di Buzz, non vive solo del dualismo fra bottone (inserito su un sito/blog) e Google Profile, ma lo si può trovare nelle SERP del motore di ricerca e a fianco degli annunci pubblicitari di Google.

Con +1 è infatti possibile “votare” il risultato di una SERP (un pò come nel vecchissimo Google Edit Search Results), e anche gli ads di Google (non è una novità: una idea simile fu lanciata circa 2 anni fa da Digg, con i suoi Digg Ads).

A mancare, per ora, è proprio il bottoncino da integrare all’interno dei contenuti: non esistono infatti plugin o widget in stile Facebook o Twitter, e l’unico sviluppato e stato subito ritirato. Per sapere quando sarà disponibile il bottone +1, puoi comunque compilare questo form.

L’aspetto social di Google +1

Google, come dicevo poco sopra, evita sempre accuratamente di pronunciare il nome “Facebook”.

Il rapporto fra +1 e connessioni sociali si consuma, per ora, esclusivamente con:

• Persone nell’elenco della chat di Gmail (o Google Talk).
• Persone nel gruppo Contatti personali in Google Contatti.
• Persone che stai seguendo in Google Reader e Google Buzz.

In futuro si parla di una integrazione con Twitter, cosa che personalmente ritengo indispensabile per dare un senso a +1 (anzi, come ho già detto 2 anni fa, Google farebbe meglio a comprarsi Twitter e a miscelarlo per bene nel suo algoritmo, in quanto è probabilmente il social che ha più cose in comune con la logica di un motore di ricerca (Twitter è un grandissimo “diffusore di contenuti” (anche se minimali) e di link, con tutto ciò che da questo deriva).

Cliccare su +1 influenzerà il posizionamento?

Non credo che Google ammetterà mai pubblicamente una cosa del genere, ma sicuramente +1 avrà una piccola rilevanza, per i webmaster, dal punto di vista del traffico: vedere le faccine e i nomi degli amici sotto il risultato di una SERP scatena l’ormai famosissimo principio della riprova sociale, che porta a “seguire il gregge” e quindi cliccare laddove altri hanno già cliccato.

E qualcuno potrebbe anche pensare, non a torto, che +1 possa fornire, magari insieme a Personal Blocklist qualche piccolo brandello d’informazione atto a nutrire il Panda Update….

Considerazioni finali su Google +1

Google ha sempre fatto un gran affidamento sul suo algoritmo “asettico”, ma è innegabile che senta una forte attrazione verso il mondo social. I precedenti tentativi (Buzz su tutti) sono stati fallimentari e ora si gioca, probabilmente, l’ultima chance per competere con Facebook.

Ma Google +1 non riesce a convincermi: sa un po’ di troppo di Facebook (se non addirittura di Digg…) e l’implementazione all’interno delle SERP è assai discutibile: per quale motivo dovrei cliccare sul bottone +1 a fianco ad un risultato, se prima non ho visitato quel sito? e se clicco sull’URL del risultato, che stimolo ho a “fare back” col browser per tornare alla SERP e cliccare quindi su +1?

In Google +1 manca la novità che in tanti si aspettavano, il che non è necessariamente un male se il bottoncino finisse comunque per essere adottato dalla maggior parte dei siti web e contribuisse quindi ad offrire una miglior experience all’interno delle SERP. Sospendo dunque il giudizio definitivo dopo il lancio ufficiale, e dopo aver monitorato eventuali variazioni di rank e di traffico 🙂



Prova GRATIS SEMrush, il miglior tool per fare SEO/SEM!

15 Comments

  1. Papaweb 4 Aprile 2011
  2. alex 4 Aprile 2011
  3. Papaweb 4 Aprile 2011
  4. Luca 4 Aprile 2011
  5. Dario 4 Aprile 2011
  6. Marco 4 Aprile 2011
  7. evilripper 4 Aprile 2011
  8. Nicola 4 Aprile 2011
  9. Tagliaerbe 4 Aprile 2011
  10. Gregorio 4 Aprile 2011
  11. Nicola 5 Aprile 2011
  12. Gianluca 5 Aprile 2011
  13. Danilo Pontone 6 Aprile 2011
  14. Enrico Ferretti 8 Aprile 2011
  15. francesco 13 Maggio 2011

Leave a Reply