Startup, Idea e Esecuzione

Startup: Idea vs. Execution

Una delle frasi più tipiche che puoi udire se bazzichi il mondo delle startup, è “It’s not the Idea. It’s the Execution.”

Il significato di questa frasetta è molto semplice: non è importante l’idea, quanto l’esecuzione della stessa. E da questo motto ne discende direttamente un altro, che suona più o meno così: “ha più probabilità di successo un’idea mediocre eseguita bene, che una fantastica idea eseguita male” (su questo punto ci sono pareri discordanti, ma magari ne parleremo più approfonditamente in un altro post 😉 ).

Il che, a sua volta, significa che il team ha una grande importanza in una startup, perché solo un buon team può sviluppare bene quella che sembra, sulla carta, una idea di successo.

Approfitto di Martin Zwilling e dei suoi ten big steps from idea to winning execution per illustrarti un percorso, in 10 passi, dall’idea all’esecuzione vincente:

1. Crea una visione e trasmetti valori

La visione può essere soltanto tua, ma la comunicazione deve includere la tua squadra, i potenziali investitori e i clienti. Per molte persone la comunicazione è la parte più difficile – scritta, verbale, più e più volte.

2. Definisci una strategia ben focalizzata

Limitare l’attenzione ad alcune aree critiche permetterà di ottenere la maggior resa possibile. Se la tua strategia include più di 10 elementi, è troppo diluita. Non tutto può essere prioritario. Non perdere tempo su obiettivi poco importanti.

3. Ottieni la dedizione del team

Le persone che non si impegnano non possono conseguire risultati ambiziosi. Chi è alla guida del team deve dimostrare una dedizione totale, o si rischia l’ammutinamento. Il caso peggiore è l’ammutinamento silenzioso.

4. Allinea gli obiettivi dei team

Ho visto startup implodere quando i titolari avevano obiettivi contrapposti fra loro, come spendere di più in tecnologia rispetto a contenere i costi. Quantifica subito gli obiettivi relativi a tempo e costi, ottieni il consenso di tutti, e misura periodicamente i risultati per verificare se sono allineati agli obiettivi.

5. Ogni processo ha bisogno di un suo sistema

Definisci e utilizza sistemi elaborati con cura, manuali o automatizzati, in grado di essere replicati in ogni passaggio chiave. L’elemento fondamentale alla base di ogni startup è un business plan messo per iscritto, concordato e misurabile.

6. Gestisci le priorità

E’ necessario comunicare costantemente al team le priorità attuali, e mantenerle entro un numero gestibile. Uno dei più grandi errori che vedo nelle startup è aggiungere/allargare le priorità ogni settimana, provocando perdite di slancio e di focus.

7. Fornisci supporto e formazione al team

Le persone sono la risorsa più preziosa: parti quindi con quelle giuste, mantienile entro un numero gestibile e assicurati che abbiano gli strumenti e la formazione per arrivare all’obiettivo che ti sei posto. Non dare per scontato che tutti sappiano ciò che sai tu, o che imparino alla tua stessa velocità.

8. Assegna e orchestra le azioni

I leader devono assicurarsi che tutti i membri del team stiano facendo le giuste azioni (e comportamenti) su base quotidiana, per ottenere l’obiettivo sul lungo termine. Anche dopo aver controllato tutti i più piccoli passi, i leader non rimangono semplici osservatori, ma continuano a condurre l’azione.

9. Misura, adegua e innova

Le cose cambiano continuamente in una startup, e spesso le cose vanno male. Non puoi notarlo se non le misuri. Misura 4 o 5 fattori chiave, non 20 o 30 metriche. Motiva tutti con la curiosità insaziabile di migliorare le cose dell’1%, ogni singolo giorno.

10. Ricompensa e punisci

Ciò viene misurato e premiato, viene fatto. Sii generoso con le lodi, le celebrazioni, i riconoscimenti, i piccoli incentivi, e a volte i soldi. Fissa standard elevati sulle prestazioni, usando la regola delle 3 T (“train, transfer, or terminate”) per capire chi è davvero in grado di eseguire in modo efficace il progetto.

Ti trovi d’accordo? A tuo parere, quanto è importante l’idea e quanto l’esecuzione?

Prova GRATIS SEMrush, il miglior tool per fare SEO/SEM!

Tags:

13 Comments

  1. Stampa Foto 23 Febbraio 2011
  2. jscm 23 Febbraio 2011
  3. Mattia 23 Febbraio 2011
  4. Mario 23 Febbraio 2011
  5. Ilaria Cardani 23 Febbraio 2011
  6. business plan 23 Febbraio 2011
  7. Ilaria Cardani 23 Febbraio 2011
  8. Riccardo 23 Febbraio 2011
  9. Mario 24 Febbraio 2011
  10. Riccardo 25 Febbraio 2011
  11. business plan 25 Febbraio 2011
  12. web agency 27 Febbraio 2011
  13. Norine 5 Novembre 2013

Leave a Reply