Come passare da zero a un milione di utenti

Sogno (e incubo) di tante startup è quello di riuscire a trovare un grande pubblico, di scalare, di raggiungere una massa critica che permetta di sopravvivere (o, meglio, di prosperare 🙂 ).

Nelle 63 slide qui sotto sono contenuti dei preziosissimi consigli, forniti da 2 internet company (Dropbox e Xobni) che ce l’hanno fatta (raggiungendo la bellezza di 2 milioni di utenti in soli 2 anni di vita):

Ecco, in sunto, 30 buoni consigli che ho estratto dalla presentazione:

• Fai ciò che le persone vogliono (il rischio maggiore è fare qualcosa che nessuno vuole)
• Un prodotto che si presenta debole sul mercato non può farcela nemmeno con un buon marketing (mentre un buon prodotto sarà come se avesse il vento in poppa)
• Risolvi un problema che nessuno pensa di avere
• Obiettivo: fare un prodotto che da subito sia adatto al mercato
• Impara presto, impara spesso
• Se vuoi ottenere consigli (e non hai budget), parla con le persone
• Prima di lanciare il prodotto, fai una campagna test con AdWords (utilizzando una landing page “fake”, degli screenshot, etc) per ottenere un feedback
• Prepara un landing page semplice, che possa incuriosire (e che permetta di raccogliere indirizzi email)
• Vai dove ci sono gli early adopter
• Pensa prima alla nicchia, poi al “mondo”
• Fingi mentre fai: simula delle feature che ancora il tuo prodotto non ha
• Marketing = costruire buzz
• Lega il tuo brand ad uno più grosso
• Incontra i giornalisti di persona, sempre. (E stai attento che sono sempre molto impegnati: trova il modo e il momento giusto per parlare con loro)
• La regola #1 del passaparola è quella di avere un ottimo prodotto di cui poter far parlare
• Genera il passaparola grazie alla “scarsità”
• Agevola gli utenti a generare il passaparola verso i loro amici
• Focus: fai poche cose molto bene (piuttosto che molte male)
• Se rendi una cosa più semplice del 10%, allarghi il tuo pubblico potenziale del 50%
• Non farmi pensare: nessuna decisione = nessuna probabilità che le cose possano andar male
• Non farmi leggere: nella tua landing page sii conciso, rimanda gli step successivi su una seconda pagina
• Pensa prima ad acchiappare l’utente, e poi “educalo” nel corso del tempo
• Tu non vedi il tuo prodotto nel modo in cui lo vede il tuo utente!
• Rendi la possibilità di inviarti feedback semplice e indolore
• Un ottimo prodotto trasforma gli utenti in evangelist
• Incoraggia il passaparola: un programma di affiliazione aumenta le iscrizioni del 60%
• Scegli bene dove investire il tuo budget marketing (Xobni ha scoperto che gli utenti AdWords non convertivano, ma passavano parola ad altri utenti!)
• Alloca risorse in ambito usabilità, engagement & viralità
• Alcuni mercati non generano buzz
• LTV (profitto portato dai clienti in un determinato intervallo di tempo) – Costi di acquisizione = Profitto!

Prova GRATIS SEMrush, il miglior tool per fare SEO/SEM!

11 Comments

  1. pecciola 14 Maggio 2010
  2. beniamino 14 Maggio 2010
  3. Alessandro Sportelli 14 Maggio 2010
  4. Egidio imbrogno 14 Maggio 2010
  5. Alessandra Polo 14 Maggio 2010
  6. Ilaria Cardani 14 Maggio 2010
  7. alamperti | MelaPolis.com 14 Maggio 2010
  8. Fortunato Bottiglieri 15 Maggio 2010
  9. tagliapost 28 Maggio 2010
  10. Mauro 3 Giugno 2010
  11. Luigi di "Vivo Gratis" 4 Agosto 2010

Leave a Reply