L’iPad farà esplodere il mercato degli ebook?

L'iPad è (anche) un ebook reader...

Non mi interessa disquisire sul (futuro) successo o sul flop dell’iPad. Lascio volentieri che lo facciano altri.

Mi interessano invece le sorti di un mercato che stenta a decollare, ma che potrebbe forse ricevere dell’iPad la spinta definitiva per spiccare il volo: sto parlando del mercato degli ebook.

I numeri

Partiamo dai dati dell’International Digital Publishing Forum, che fa un quadro delle vendite all’ingrosso degli ebook negli Stati Uniti d’America dal 2002 al 2009,

Vendite di ebook negli USA, dal 2002 al 2009

e colleghiamoli a quelli del report di DisplaySearch sul mercato degli e-paper (dal 2009 al 2018):

Previsioni sul mercato degli ebook, dal 2009 al 2018

Il quadro è quello di un settore ancora in embrione, un bozzolo dal quale sta per nascere una bellissima farfalla.

E la proiezione qui sopra, è bene ricordarlo, non includeva l’iPad (sconosciuto ai più fino a pochi giorni fa).

Il modello di business

In questo mercato Apple è entrata con un suo modello di business, che potrebbe rivelarsi disruptive: il “modello Store”.

Tramite iBookstore potrai comprare libri elettronici, che ritroverai poi all’interno dell’applicazione iBooks. Potrai quindi prenderli dallo scaffale virtuale e sfogliarli, come mostra questo video:



Se sei un editore di ebook starai pensando: “Fantastico… se il modello è quello dell’App Store – più di 3 miliardi di download fino a ora – siamo a cavallo”.

E invece no.

Pare che l’iBookstore sia disponibile esclusivamente negli USA, almeno secondo quanto riportato in calce a questa pagina ufficiale (iBooks is available only in the U.S. ).

Si può solo sperare nel fatto che l’iPad, supportando il formato EPUB, consenta la fruizione di qualsiasi ebook con estensione .epub, anche quelli acquistati in altri store: se qualcuno sa, parli 🙂

Gli attori

Se partiamo dall’assunto che il settore ebook sia finalmente in procinto di fare il botto, credo che nel nuovo mercato vedremo entrare parecchie figure; fra queste:

• editori tradizionali che ripubblicheranno tutto su ebook (vedi anche l’annuncio di Mondadori uscito praticamente in concomitanza al lancio dell’iPad)
• editori tradizionali che tireranno fuori dai cassetti manoscritti mai pubblicati (ne hanno a mazzi, e anche di ottima qualità… perchè non metterli in commercio? magari sotto una “etichetta” diversa e ad un prezzo contenuto, che permetterebbe di far conoscere nuovi autori interessanti…)
• nuovi editori web che nasceranno, editori già sul mercato che si arricchiranno (in Italia mi vengono in mente Bruno Editore – che nel 2008 dichiarava di avere il 3% del mercato mondiale – e Simplicissimus Book Farm)
• truffatori che copieranno e incolleranno pezzi di siti di altri, ne faranno ebook, e cercaranno di rivenderli
• avvocati e software house che si arricchiranno facendo cause ai copioni e vendendo sofware in grado di scovare automaticamente i contenuti scopiazzati 🙂

Conclusioni

Se scrivi abitualmente per il web, sei già pronto per il tuo primo ebook.

Devi solo:

• prendere i tuoi contenuti migliori
• organizzarli in capitoli
• integrarli con qualche inedito: nuovi testi, podcast, video
• creare una bella copertina virtuale (ad esempio, andando su Groundbreak.com)
• pubblicare il tutto in un formato leggibile da un ebook reader (Kindle digerisce DOC, TXT e PDF, per l’iPad potresti utilizzare uno di questi di 12 software per creare un ebook in formato EPUB)

Un ebook può aiutarti a diffondere il tuo brand, ad aumentare la tua reputazione, a fidelizzare gli utenti del tuo sito, a raccogliere email (se lo rendi scaricabile solo a chi lascia il proprio indirizzo di posta elettronica), a prendere link (se decidi di renderlo ripubblicabile su altri siti), a guadagnare soldi (se decidi di pubblicarlo a pagamento). Presto vedremo se tutte queste cose cresceranno esponenzialmente grazie a iPad, Kindle o qualche altro arnese che farà tornare la voglia di leggere a tanta gente: fossi nei panni di un piccolo editore online, inizierei a pensare seriamente al mio primo ebook…

Prova GRATIS SEMrush, il miglior tool per fare SEO/SEM!

14 Comments

  1. giacomo 2 Febbraio 2010
  2. Davide 2 Febbraio 2010
  3. Davide Dattoli 2 Febbraio 2010
  4. pecciola 2 Febbraio 2010
  5. Alessandro Sportelli 2 Febbraio 2010
  6. Sergio 2 Febbraio 2010
  7. Nico Guzzi 2 Febbraio 2010
  8. yesWEBcan 2 Febbraio 2010
  9. Nico Guzzi 2 Febbraio 2010
  10. Sèvero 2 Febbraio 2010
  11. Ivan 2 Febbraio 2010
  12. Ivan 2 Febbraio 2010
  13. andres 2 Febbraio 2010
  14. Walter 5 Dicembre 2011

Leave a Reply