SEO Web Marketing Experience: le mie impressioni sul corso di Milano

Enrico Madrigrano con l'avatar del Tagliaerbe

Ho passato la giornata del 29 Maggio a Milano, al Corso SEO Web Marketing Experience di Madri.

Più che descrivere di cosa si è discusso (lo hanno già fatto in tanti), vorrei parlare delle 3 caratteristiche che fanno di un evento del genere qualcosa che ti fa dire: ne è valsa davvero la pena.

I casi reali
Enrico Madrigrano ha parlato di pratica, non di teoria. Ha parlato di fatti che gli sono realmente accaduti, di test effettuati in prima persona, e anche dei suoi fallimenti. Enrico testa e prova tutto (la parola split-test credo sia stata la più ripetuta durante il corso 🙂 ), e non parla mai per sentito dire (come spesso si nota invece nel mondo del web marketing e della SEO).

Gli ospiti
E’ molto importante far parlare persone diverse durante un evento, perchè aiuta a “spezzare il ritmo” mantenendo alta l’attenzione del pubblico. A Milano ci sono stati due interventi di assoluto rilievo: quello di Piersante Paneghel sulle penalizzazioni (un consiglio su tutti: guarda GIORNALMENTE cosa ti dicono le Statistiche scansione degli Strumenti per i Webmaster di Google) e quello di Luca Catania sul Design Washing (in pochissime parole: elimina/compatta gli elementi “distrattivi” di una pagina web, e stai certo che aumenterai vendite e conversioni). Davvero notevoli.

Il confronto
Sono un orso che esce pochissime volte l’anno dalla grotta, ma ammetto l’enorme utilità che può avere l’incontrarsi de visu. Farei un torto a non elencare tutte le persone che ho incontrato e le mani che ho stretto, e quindi ringrazio davvero tutti, nessuno escluso, del brevissimo o lunghissimo tempo passato insieme e del profiquo scambio di opinioni (menzione speciale a Paolo Moro di alVerde.net, per l’ideazione e sviluppo dell’avatar del sottoscritto in versione “cartonata” 😀 ).

Alessandro Sportelli, Tagliaerbe e Luca Catania

Nel mio piccolo, sono felice di aver contribuito al dibattito con un breve intervento sul pricing riguardante lo Split-Test 7-9-0 (per la cronaca, il numero 7 è risultato il vincente, seguito dallo zero e quindi dal 9) e quello contro il buzz marketing durante la tavola rotonda (dove ho coinvolto pure il buon Marco Loguercio).

Concludendo
Mi riallaccio all’argomento “buzz-reputation-social”, che ho avvertito come estremamente caldo, per lanciare una proposta ai grandi guru del web marketing italiano: IMHO, un evento del tipo “Il futuro della pubblicità nell’era del web 2.0: non solo AdSense”, organizzato da Madri con la partecipazione di GT, WMF, alVerde e Robin Good (e il coinvolgimento delle relative community), potrebbe fare un discreto botto 🙂

Prova GRATIS SEMrush, il miglior tool per fare SEO/SEM!

15 Comments

  1. Marco Massara 3 Giugno 2009
  2. Mirko D'Isidoro 3 Giugno 2009
  3. Marco Cilia 3 Giugno 2009
  4. Marco Massara 3 Giugno 2009
  5. Alessandro Sportelli 3 Giugno 2009
  6. Alessandro Cosimetti - Blog in Azienda 3 Giugno 2009
  7. Alessandro Sportelli 3 Giugno 2009
  8. Inguaribile 3 Giugno 2009
  9. Tagliaerbe 3 Giugno 2009
  10. Francesco Giordano 3 Giugno 2009
  11. Stefano Piotto 3 Giugno 2009
  12. Alessandro Cosimetti - Blog in Azienda 3 Giugno 2009
  13. StefanoYesStudio 3 Giugno 2009
  14. Enrico 4 Giugno 2009
  15. Marco 14 Ottobre 2014

Leave a Reply