Matt Cutts consiglia WordPress

Straight from Google: What You Need to Know

Se vuoi che il tuo blog ottenga il meglio nelle SERP di Google, il consiglio è di utilizzare WordPress. In una presentazione mostrata al WordCamp di San Francisco pochi giorni fa, Matt Cutts ha infatti detto che WordPress si prende cura di circa l’80-90% di tutti gli aspetti SEO.

La presentazione di 50 pagine (che vedi qui sopra), è disponibile sul blog di Matt Cutts nei formati Google Docs e PowerPoint.

Oltre alle cose che WordPress aiuterebbe ad acquisire in automatico, Cutts ha illustrato alcuni piccoli consigli su come ottenere un rank migliore in Google. I due più importanti sono nell’ambito della pertinenza e della reputazione.

Sii pertinente
La raccomandazione di Matt Cutts è quella di domandarsi: “Cosa mi appassiona?” “Cosa sono veramente bravo a fare?” “Cosa ho da dire?”

Uno volta che hai risposto a queste domande e ti sei impegnato ad esporle attraverso il tuo blog, ci sono alcuni aspetti tecnici che possono aiutarti ad acquisire rilevanza, come quello della pertinenza delle parole chiave. Scegli keyword che gli utenti sono abituati a digitare, e includile nei post con naturalezza. Per esempio, se parli di chiavette USB, puoi usare diverse parole che fanno riferimento allo stesso oggetto, come USB drive, thumb drive, flash drive, pen drive. Cutts raccomanda inoltre l’uso dell’attributo ALT.

Considera anche la struttura degli URL. Quella predefinita di WordPress include punti di domanda e numeri, invece del giorno, del mese, del nome, etc. Cutts consiglia di migliorare l'”estetica”, l’usabilità e la compatibilità degli URL con gli standard futuri. Per gli URL che contengono parole chiave (es.: sito.com/parola-chiave), Cutts raccomanda l’uso dei trattini fra un termine e l’altro. Nel caso non fosse possibile, l’underscore. La scelta di non inserire spazi da una parola chiave e l’altra è invece sconsigliabile.

Altro consiglio molto importante, non esagerare con le keyword nel testo. Assicurati che il contenuto risulti naturale. In caso contrario, potresti rischiare una penalizzazione per keyword stuffing.

Sii affidabile
Questi sono i 10 consigli di Matt Cutts per potenziare la reputazione di un blogger:

  1. sii interessante
  2. posta frequentemente
  3. trova una nicchia “creativa”
  4. offri un servizio utile
  5. scrivi ricerche o report originali
  6. offri informazioni di qualità
  7. fai del live blogging
  8. scrivi post divisi per punti
  9. crea controversie
  10. partecipa alle conversazioni su Twitter, Facebook, Friendfeed

Altre informazioni utili

Google effettua la scansione dei siti in ordine decrescente di PageRank. Ciò significa che se hai un sito con un PageRank basso, il crawling verrà effettuato dopo quelli con PageRank più alto.

Cutts ha semplicato la definizione di PageRank con questa frase: il PageRank è il numero e l’importanza dei link che puntano ad un sito.

Cutts infine ha raccomandato di utilizzare questi plugin, che sono gli stessi utilizzati sul suo blog: Akismet, Cookies for Comments, Enforce www. Preference, Feedburner Feedsmith e WP Super Cache.

Fonte: Cutts Explains How Blogs Can Rank Higher In Google.

P.S. del 20.08.2009: da poche ore è disponibile anche il video dell’intervento completo di Matt Cutts (46 minuti e 23 secondi):



Prova GRATIS SEMrush, il miglior tool per fare SEO/SEM!

16 Comments

  1. Nikopolidis 4 Giugno 2009
  2. Seo Perseo 4 Giugno 2009
  3. andrea serravezza 4 Giugno 2009
  4. Offerte ADSL 4 Giugno 2009
  5. Sandrino 4 Giugno 2009
  6. Alessandro Giagnoli 4 Giugno 2009
  7. andreanur 4 Giugno 2009
  8. Marco 4 Giugno 2009
  9. flashmotus 4 Giugno 2009
  10. pomhey 5 Giugno 2009
  11. stampesutela 6 Giugno 2009
  12. seoaspirant 4 Luglio 2009
  13. seoaspirant 6 Luglio 2009
  14. Tagliaerbe 6 Luglio 2009
  15. andrea gaudio 29 Luglio 2009
  16. Tagliaerbe 20 Agosto 2009

Leave a Reply