La guida per blogger di Google

Creazione di un sito conforme alle indicazioni di Google: best practice for bloggers

Dopo la guida SEO di Google, qualcuno nei giorni scorsi ha scovato, all’interno del Centro Assistenza Webmaster, una serie di best practice per blogger.

Non so se siano lì da tempo oppure siano state scritte successivamente/a complemento della guida SEO… ma, per quanto semplici, sono comunque interessanti (e quindi le traduco, visto che non sono per ora disponibili in italiano 🙂 ).

Crea buoni contenuti

  1. Scrivi bene e spesso
    Un sito aggiornato di frequente incoraggia gli utenti a ritornare, fino a che i tuoi contenuti rimarranno a tema e accattivanti. E’ comunque meglio un post utile una volta alla settimana, piuttosto che scrivere contenuti di scarsa qualità tutti i giorni. Un buon suggerimento è quello di cercare su Google qualche spunto circa gli argomenti che tratti. Se non riesci a trovare una risposta esauriente, crea un post sull’argomento in questione: è probabile che altre persone stiano cercando la stessa cosa.
  2. Segui le linee guida per webmaster
    Esattamente come per qualsiasi altro sito web, assicurati di seguire le Istruzioni per i webmaster e creare contenuti ricchi, rilevanti e utili. Allo stesso modo, controlla le raccomandazioni di Google circa l’uso di immagini, Flash e altri rich media nel tuo blog.
  3. Categorizza i tuoi post
    Label e tag sono un ottimo modo per organizzare i contenuti, ed incoraggiano gli utenti a navigare nel tuo blog.
  4. Assicurati che utenti (e crawler) possano trovare facilmente il tuo blog
    Raccomandiamo di linkare il tuo blog dalla tua home page e da altre pagine del tuo sito web. Valuta di hostare il tuo blog all’interno del tuo sito (all’indirizzo blog.example.com or www.example.com/blog).
  5. Se necessario, limita i commenti spammosi
    Attivare i commenti sul tuo blog può aiutare le discussioni e anche a creare un senso di community. Sfortunatamente, alcuni li useranno per inondarti di spam. Se ciò si verificasse, controlla le linee guida per evitare lo spam nei commenti.
  6. Controlla i nostri suggerimenti relativi ai siti affiliati
    Google consiglia a tutti i webmaster di creare siti con contenuti originali, che forniscano valore agli utenti. Ciò è particolarmente importante per siti che partecipano a programmi di affiliazione. Se fai uso di questi programmi, ci sono una serie di misure che si possono adottare per differenziare il tuo sito dalla massa.

Assicurati che i lettori e i motori di ricerca possano trovare i tuoi contenuti

  1. Crea titoli descrittivi per ogni tuo post
    Ciò crea una un migliore user experience. Inoltre, il titolo di un post è spesso utilizzato per creare l’URL del post stesso, e ciò offre ai motori di ricerca preziose informazioni in merito ai contenuti della pagina.
  2. Mantieniti in contatto con le community
    Quasi sicuramente, è già presente una grossa rete di blogger che tratta gli stessi temi che tratti tu. Visita questi blog, commenta i loro post, partecipa alle discussioni. Scrivi contribuiti nei forum dedicati al tuo argomento. La chiave è fare qualcosa che ti porti beneficio: scrivere buoni commenti con informazioni utili, aumenterà la probabilità che i lettori visitino il tuo sito.
  3. Pubblica un feed dei tuoi contenuti
    Raccomandiamo vivamente di pubblicare un feed dei tuoi contenuti, che consentirà agli utenti di ricevere una notifica non appena aggiorni il tuo blog. Solitamente, puoi fare ciò impostando un settaggio nel software che gestisce il tuo blog. La maggior parte dei servizi ti offre la possibilità di pubblicare il tuo feed completo (gli utenti potranno leggere i tuoi articoli completi nel loro feed reader) o un feed parziale (gli utenti vedranno solo un piccola parte del post, e dovranno recarsi sul tuo sito per leggere tutto il resto). I tuoi utenti preferiranno il feed completo, perchè potranno leggere i tuoi contenuti col minimo sforzo. In conclusione, tieni sempre a mente che un utente abbonato è più prezioso di un visitatore occasionale.

Il tuo blog e i Webmaster Tools

  1. Aggiungi il tuo blog agli Strumenti per i webmaster di Google
    Farlo è molto semplice: basta seguire queste istruzioni. Se utilizzi Blogger, puoi aggiungere il tuo sito cliccando su “Strumenti per webmaster” sotto “Strumenti e risorse” (nella Bacheca di Blogger).
  2. Verifica il tuo blog
    Per visualizzare le statistiche dettagliate e diagnosticare il suo sito, devi prima verificarlo. Puoi farlo caricando via FTP un file HTML con un nome specifico, o inserendo un meta tag nel template del tuo blog.
  3. Invia una sitemap
    Le Sitemap sono un ottimo sistema per far conoscere a Google contenuti che altrimenti non sarebbe in grado di rilevare. Google le preferisce se create utilizzando il protocollo Sitemap, ma le accetta anche in altri formati. Se pubblichi un RSS o un feed Atom sul tuo sito, puoi inviare l’URL del feed come una Sitemap.

Prova GRATIS SEMrush, il miglior tool per fare SEO/SEM!

6 Comments

  1. TuttoVolume 24 Novembre 2008
  2. pdellov 24 Novembre 2008
  3. Tagliaerbe 24 Novembre 2008
  4. www.romasuper.com 25 Novembre 2008
  5. Martino Francesco 2 Dicembre 2008
  6. Martino Francesco 2 Dicembre 2008

Leave a Reply