hakia lancia la “ricerca di qualità”

hakia, il motore di ricerca semantico

Il motto di hakia lo potete leggere qui sopra: “Semantic Search on its way!”.
Ancora più comprensibile è il vecchio slogan, che recitava “search for meaning” (ovvero “ricerca per significato”).
Dopo oltre un anno di betatest, il motore newyorkese torna a ribadire il suo innovativo concetto di ricerca, dandogli il nome di “Quality Search” (in contrapposizione alla “Popular Search” degli altri motori); ma vediamo di cosa si tratta.

Quality Search versus Popular Search

Secondo hakia, una ricerca di qualità deve soddisfare simultaneamente almeno 3 criteri.
I risultati devono:

  • provenire da fonti imparziali, credibili e affidabili
  • rappresentare le informazioni disponibili più aggiornate
  • essere rilevanti per la ricerca

Secondo alcuni, l’approccio di hakia (che parla spesso di “bibliotecari” e ricerca verticale) può essere visto come una sorta di ritorno al passato, al mondo delle directory di qualità compilate da umani (qualcuno ha detto DMOZ?), sapientemente mixato con ricerca “sociale” e algoritmi semantici.
In pratica, un filtro umano applicato all’immane mole di risultati che l’attuale tecnologia dei search engine è in grado di generare.
Se lo preferite, qualcosa in grado di superare la logica dei “primi 10 link blu”, tipica di tutti gli attuali motori di ricerca.

Google resterà a guardare? 🙂

Fonti: Introducing Quality Search versus Popular Search: hakia Verticals e Hakia Goes For “Quality” Over “Popularity”

Prova GRATIS SEMrush, il miglior tool per fare SEO/SEM!

2 Comments

  1. Copes Flavio 16 Aprile 2008
  2. Filippo Ronco 16 Aprile 2008

Leave a Reply