Il 6% degli utenti fa il 50% dei click!

Natural Born Clickers: uno studio sugli utenti più “cliccosi”

Un recente studio effettuato da Starcom, Tacoda e comScore e denominato “Natural Born Clickers”, rileva un dato curioso: una piccola percentuale di utenti è responsabile della metà di tutti i click effettuati sugli annunci pubblicitari.

Il profilo dell’Heavy Clicker

Età fra i 25 e i 44 anni di età, reddito inferiore ai 40.000 dollari, l’Heavy clicker ha un comportamento molto diverso da quello del tipico utente di Internet: anche se trascorre online il quadruplo del tempo rispetto a un “non-clicker”, la sua spesa non è proporzionata al grande uso che fa della rete.
L’Heavy Clicker naviga inoltre su siti diversi rispetto al “non-clicker”, come quelli relativi ad aste, gioco d’azzardo o annunci di lavoro.

Conclusioni

Insomma, l’Heavy Clicker clicca ma poi non compra.
Come si dice in gergo “non converte”.
Mentre gli inserzionisti pongono una sempre maggior attenzione al ROI, la ricerca mostra come l’alto numero di click non può essere considerato come il parametro principale per misurare il successo di una campagna.
La cosa è ancor più vera quando si parla di campagne di brand building, dove l’ottenere click è considerato come una sorta di “prestazione accessoria”: giudicare l’efficacia di una campagna dal numero dei click può essere quindi dannoso, soprattutto per il fatto che la metà di questi click viene effettuato da un piccolo gruppo di persone, che non può essere considerato come rappresentativo del target.
Che dite, torneremo alle vecchie e care campagne a CPM? 🙂

Fonte: New Study Shows that Heavy Clickers Distort Reality of Display Advertising Click-Through Metrics.

Prova GRATIS SEMrush, il miglior tool per fare SEO/SEM!

3 Comments

  1. Archeologia Italiana 15 Febbraio 2008
  2. Paolo Picazio 15 Febbraio 2008
  3. Traffyk 22 Febbraio 2008

Leave a Reply