Gray Googlers: i pensionati che si arricchiscono con AdSense

Un “Gray Googler” in azioneOgni tanto, mi immagino come sarò fra una trentina d’anni.
In pensione (forse…), ma sicuramente davanti ad un PC collegato ad Internet (o a quello che diventeranno i PC e Internet nel 2037).
E soprattutto con tanto, tantissimo tempo libero, grazie al quale portare avanti qualche lucroso progettino online 🙂
Non sono certamente il primo ad ipotizzare un futuro del genere: i “Gray Googlers”, ovvero i pensionati che guadagnano utilizzando Google AdSense sui loro siti web, sono già una realtà.

Partiamo col recordman, Jerry Alonzy: baby pensionato di 57 anni, col suo Natural Handyman riesce a mettersi in tasca la bella cifra di 120.000 dollari all’anno.

Il personaggio ritratto nella foto qui a fianco è invece Jerrold Foutz: 75 anni, dopo un primo assegno AdSense di 800 dollari e un secondo di 2000, viaggia oggi sulla media di 25.000 dollari/anno, grazie al suo SMPS Technology.

C’è anche chi si accontenta di cifre più modeste: Al Needham, 74 anni, con un sito sulle api (Bees-Online) arriva a 250 dollari/mese.

Cito infine anche 2 membri del gentil sesso: Hope Pryor, che grazie ad un sito di ricette (Cooks Recipes) arriva a 90.000 dollari all’anno (concentrati soprattutto nei periodi di vacanza: nel solo mese di dicembre, la signora Pryor dice di aver intascato circa 30.000 dollari).

E Gail Bjork, 63 anni, che con Digicamhelp (un guida alla fotografia digitale per principianti) porta a casa 1.500 dollari/mese.

Chiudo proprio con l’illuminante consiglio di Gail:
“For anyone, no matter what age they are, if they find something they truly love, write about it. You have nothing to lose but time. And it could really pay off.”

Fonte: ‘Gray Googlers’ strike gold

Prova GRATIS SEMrush, il miglior tool per fare SEO/SEM!

3 Comments

  1. Web-MA 30 Ottobre 2007
  2. Adso da Melk 30 Ottobre 2007
  3. ArcheoIt 30 Ottobre 2007

Leave a Reply