AdSense: il “caso” semiepiante.it

Chi dall’Italia accede alla home page di AdSense, avrà notato che, da qualche tempo, a sinistra del form nel quale inserire Email e Password compare questa immagine:Chi, spinto dalla curiosità, avesse provato a digitare l’URL inclusa nell’annuncio ( www.semiepiante.it ), avrà notato un redirect verso http://www.stefanopaolucci.it/semi-piante/google.htm … chi è dunque Stefano Paolucci? e cosa c’entra con Google e AdSense?

Ciao Stefano, per cominciare, una tua breve presentazione per i lettori dei TagliaBlog…
Sono Stefano Paolucci, ho 33 anni e sono nato tra i computer, ma ho iniziato a lavorare nel settore Internet solo nel 2000. E’ stata una passione crescente. Oggi mi occupo di Web Marketing per varie società all’interno della mia agenzia Retina a Cattolica ed ho inziato una nuova attività aprendo un punto Vendilo a Riccione.

Passiamo subito al sodo. Quando e come ti è venuto in mente di registrare il dominio semiepiante.it?
Come tanti web manager visito tutti i giorni l’homepage di AdSense e AdWords più volte. Penso che tanti hanno visitato viaggiatore.net o hanno controllato se vostrasocieta.it fosse “preso” ed hanno visto che erano rispettivamente un sito funzionante ed un dominio registrato da Google UK Limited.
Così quando ho visto l’esempio con www.semiepiante.it mi sono detto “ma alla Google ci avranno pensato”, invece qualcuno se l’è dimenticato o magari l’ha fatto apposta. Mi sono detto di resistere, di non farlo, di aspettare che lo faceva qualcun altro, poi vedendolo tutti i giorni non ho più resistito e l’ho registrato.
Per due motivi.
Primo ho pensato che potesse portarmi molte visite.
Secondo sto leggendo diversi libri su Google, Brin e Page ed ho letto che negli States per assumere personale hanno messo in un cartello stradale una formula matematica ed il risultato dava un numero lunghissimo. Questo numero era un sito per fare un test ed essere ammessi alla Google. Fantasticando un po’ ho pensato potesse essere una piccola prova all’italiana. Per trovare qualcuno con il “pensiero trasversale”. Cioè qualcuno che abbia una razionalità creativa, penso che nessun paese sia meglio dell’Italia per trovare questo genere di cervelli.

Secondo il tuo parere, perchè Google non ha registrato quel dominio?
Come ho detto sopra speravo/fantasticavo che fosse una prova per trovare qualcuno. Già l’anno scorso ho inviato a Google Italia un curriculum ma non mi hanno nemmeno risposto.
Secondo la mia esperienza aziendale penso che i compartimenti stagni di grosse aziende generano queste incongruenze.
Uno dei miei migliori clienti genera 200.000 pagine viste al mese e non ci sono i credits della mia web agency perché un mio web designer si è dimenticato.
A parte gli albori di Google e tutta l’innovazione che ci può essere, oggi sono una grande azienda con tutti i difetti conseguenti. Inoltre penso che nella sede italiana di Google, se c’è, non giochino a basket o girino in monopattino, sono degli uffici come altri in cui la creatività a volte manca.

Temi che Google possa in qualche modo “rivendicare” dei diritti su quel nome a dominio?
No, non può. Con che motivazione. Non è un marchio registrato, non è un nome di prodotto o servizio. E poi se anche mi contattasse ne parleremmo insieme, sono sicuro che troveremmo un accordo.

E per concludere, la domanda che penso tutti ti vorrebbero fare. Grazie a questa tua intuizione, stai ottenendo qualche risultato (in termini di traffico/soldi/nuovi contatti)?
Questo è il punto dolente. Mi aspettavo che un pagina visitata come AdSense mi generasse molto più traffico.
Penso che il filtro maggiore sia la mancanza di un link: come sappiamo gli utenti sono pigri, magari provano a cliccare sul link www.semiepiante.it ma poi non vedendo risultati, non hanno voglia di riscriverlo.
Soldi nessuno, ho inserito un paio di AdSense ma senza risultati, li ho messi più per assomigliere all’esempio che altro.
Qualche nuovo contatto interessante, il primo ad accorgersi della bravata è stato www.infobasilicata.blogspot.com poi i membri dei forum www.tutti-per-uno.org e www.giorgiotave.it/forum … e naturalmente il TagliaBlog.

Vuoi dire ancora qualcosa prima di salutarci?
Si proprio questa mattina mi sono accorto che www.vostrasocieta.it è in GRACE-PERIOD, vuol dire che Google si è “dimenticato” anche di rinnovare il dominio legato a AdWords, forse gli pesano i 20 euro l’anno 🙂
Se non lo rinnovano potremmo fare una scommessa chi di noi riesce ad accaparrarselo appena è libero!
Ti ringrazio dell’interesse al mio caso e saluto tutti i lettori di TagliaBlog e Web Master.
Buon Web.
Stefano “lamericano” Paolucci

Prova GRATIS SEMrush, il miglior tool per fare SEO/SEM!

4 Comments

  1. Anonymous 26 Giugno 2007
  2. StePius 26 Giugno 2007
  3. PianteIT 4 Marzo 2016
  4. Stefano Paolucci 24 Marzo 2016

Leave a Reply