Forex e Vantaggi

Sono molti i vantaggi che inducono a operare nel forex: a cominciare, per esempio, dalle basse commissioni. Ma è bene tenere conto anche della possibilità di tradare con importi piccoli, di un mercato che è sempre aperto, della disponibilità di demo gratuiti e, soprattutto, delle opportunità di guadagno di cui si può approfittare non solo quando il mercato è in salita, ma anche quando il mercato è in discesa.

Le commissioni basse

Uno degli aspetti più interessanti a proposito del forex è che le commissioni che vengono applicate dai broker sono piuttosto basse.

È opportuno, a questo proposito, operare una distinzione tra i market maker e gli ECN, due differenti tipologie di broker. I primi non applicano alcun tipo di commissione sul trading, e si limitano a trattenere una parte di guadagno sullo spread (vale a dire la differenza tra il prezzo di acquisto e il prezzo di vendita per una specifica coppia di valute: in sostanza, c’è un piccolo costo per ciascuna posizione che viene aperta); i secondi, invece, applicano una commissione su tutti i trade, offrendo le reali quotazioni di mercato.

Sia i market maker che gli ECN offrono dei vantaggi: gli uni garantiscono la massima libertà nel negoziare senza alcun limite; gli altri propongono, come detto, i reali prezzi di mercato, e di conseguenza si caratterizzano per spread inferiori. In un caso e nell’altro, ad ogni modo, è prevista una commissione – d’altra parte i broker sono pur sempre degli intermediari, e non si può pensare che esista un trading a costo zero -.

Vale sempre la pena di ricordare, comunque, che le commissioni non costituiscono il solo parametro che deve essere preso in considerazione nella scelta di un broker: anche la stabilità della piattaforma, l’assistenza fornita, la formazione che viene messa a disposizione e la regolamentazione proposta rappresentano fattori che meritano di essere valutati.

Insomma, poiché in linea di massima le commissioni sono basse dappertutto, è bene concentrarsi sulla convenienza più generale del rapporto qualità prezzo del servizio di cui si usufruisce.

Il mercato sempre aperto

Come abbiamo già detto all’inizio del nostro percorso, quello del forex è un mercato che è praticamente sempre aperto: non perché tutti i broker siano aperti 24 ore su 24 (ciascuno di essi, infatti, ha alcune ore di buio operativo, come è normale che sia), ma semplicemente perché – operando online – si può approfittare dei fusi orari: insomma, chiude un mercato in Europa ma restano aperti quelli americani, per esempio.

Ecco perché si può sostenere senza timore di essere smentiti che il mercato delle valute forex può operare a tutte le ore, a differenza di quel che accade su tutti gli altri mercati finanziari. I trader hanno l’opportunità di operare quando e come vogliono, in qualsiasi posto si trovino, sia di giorno che di notte, avendo bisogno unicamente di una connessione a Internet.

Ciò non toglie il fatto, comunque, che il momento più indicato per tradare corrisponda alle ore in cui il mercato è più attivo, vale a dire quando vengono a sovrapporsi gli orari dei centri finanziari globali più importanti, così da generare profitti consistenti per beneficiare dei movimenti nel mercato valutario.

La possibilità di operare con importi ridotti

Questa opportunità è, per ogni trader, una garanzia di autonomia, di indipendenza e, soprattutto, di libertà. Infatti, è il trader stesso a decidere quanto intenzionato a investire (a differenza di ciò che si verifica, per esempio, nel mercato dei futures, dove le caratteristiche del contratto o del lotto sono stabilite in anticipo).

Ogni trader può decidere la dimensione del lotto e, di conseguenza, scegliere l’ammontare dell’investimento che intende compiere (fermo restando che ogni broker impone un limite minimo per l’apertura di una posizione). Ecco perché al mercato del forex può partecipare chiunque, anche chi ha a disposizione un capitale ridotto, di poche decine di euro o di dollari.

I conti demo gratuiti

I conti demo, o conti virtuali, sono estremamente vantaggiosi sia per i trader alle prime armi, che grazie a questi strumenti possono acquisire dimestichezza con il mondo del forex, sia per i trader più esperti, che in questo modo hanno l’opportunità di verificare la praticità e le funzionalità dei broker.

Tali conti replicano in tutto e per tutto il mercato reale: in sostanza chi apre un conto “vero” su una piattaforma ottiene la possibilità di usare per un certo periodo di tempo il conto demo per capire come funziona il mercato: con questo conto si può fare trading usando denaro virtuale (e quindi non si perde nemmeno un centesimo, anche sbagliando tutte le operazioni) ma avendo a che fare con prezzi di vendita e prezzi di acquisto assolutamente reali.

Tanti sono i motivi per cui vale la pena di sfruttare gli account demo, a cominciare dalla loro gratuità; in più, grazie ad essi si può lavorare per sviluppare e mettere alla prova un sistema senza alcun rischio, dando origine a un piano di trading dopo aver testato varie idee.

Insomma, in questo modo si riescono a individuare le proprie capacità e le proprie debolezze, identificando al tempo stesso tutti i punti di forza di un determinato sistema di trading. Per chi ha la necessità di imparare a conoscere e a usare una piattaforma di trading, i demo rappresentano la soluzione ideale. Tramite un account di questo tipo, si entra in contatto con le condizioni reali del mercato, e si scopre in che modo possano variare le tendenze del mercato, non di rado in maniera inaspettata.

Guadagnare quando il mercato scende

Il forex, infine, mette a disposizione dei trader un altro grande vantaggio, e cioè la possibilità di guadagnare denaro non solo nel momento in cui il mercato sale, ma anche nel momento in cui il mercato scende. In altri termini, non c’è bisogno di aspettare che una certa valuta abbia un rialzo per guadagnare.
D’altro canto, abbiamo già spiegato il motivo per cui ciò accade: se l’euro perde rispetto al dollaro, si può guadagnare proprio vendendo euro e acquistando dollari (o, per usare la terminologia gergale che abbiamo imparato a utilizzare, andando long sul dollaro e andando short sull’euro). Dal momento che il mercato forex si basa sempre sul confronto tra una valuta e un’altra, è inevitabile che ce ne sia una che scende a fronte di una che sale. Ecco perché, con un accurato lavoro di previsione dei prezzi – basato sia sull’analisi tecnica che sull’analisi fondamentale – e con una gestione accurata del denaro approfittare dei momenti in cui il mercato scende per guadagnare non è un’utopia ma una possibilità concreta.

Questi sono, in sintesi, i principali vantaggi del forex. Ma ce ne sono molti altri, sia chiaro: per esempio, il fatto che per iniziare sia più che sufficiente un capitale iniziale basso; o la disponibilità di bonus offerti dalla maggior parte dei broker. Ancora, va sottolineato che le piattaforme di forex di solito offrono degli strumenti formativi – tutorial, video, contenuti informativi di vario genere – utili ai trader per migliorare le proprie conoscenze e le proprie competenze in materia.

Infine, non si può non ricordare che il mercato del forex si caratterizza per una notevole liquidità, frutto delle sue dimensioni molto grandi: il che significa che con un solo clic, in condizioni di mercato normali, si può comprare (o vendere, a seconda dei casi) all’istante la valuta che si desidera, poiché c’è sempre qualcuno che intende accettare lo scambio. Restare bloccati in una posizione è praticamente impossibile.

Iscriviti a eToro!

Torna all’indice della Guida Forex
Vai al capitolo precedente – La psicologia del trading
Vai al capitolo successivo – Guida eToro