Come sfruttare la FOMO (Fear of Missing Out)

FOMO - Fear of Missing Out

Pare che il termine FOMO sia comparso per la prima volta nel 2013, anche se il concetto che ci sta dietro si perde nella notte dei tempi.

Cosa significa FOMO?

FOMO è l’acronimo di Fear of Missing Out, ovvero “paura di perdere qualcosa”. Ovviamente perdere qualcosa di bello, di irripetibile, qualcosa che non tornerà mai più.

La FOMO, nell’era di Internet, dei social e degli smartphone, è quella cosa che ci “obbliga” a stare sempre connessi, con gli occhi fissi sullo schermo, in qualsiasi momento della giornata. Perché se non sei online 24 ore su 24 rischi di perderti la notizia, il pettegolezzo, il meme o il video del momento.

Ma vediamo, in qualità di consulenti di web marketing, come possiamo inserire la FOMO nella nostra strategia.

Crea un senso di urgenza o di scarsità

Urgenza e scarsità sono leve molto note nel marketing, ben illustrate da Robert Cialdini nella sue Armi della Persuasione.

Nel Black Friday e nel Cyber Monday, conclusosi proprio pochi giorni fa, i vari negozi online hanno usato sapientemente le vendite a prezzo scontato, solo per poche ore e solo su articoli in quantità limitata, per scatenare l’effetto FOMO negli utenti, spingendoli ad agire velocemente per non perdere una buona occasione.

Se hai un ecommerce puoi utilizzare codici sconto o timer con conto alla rovescia anche al di fuori dai canonici periodi in cui si scatenano gli acquisti compulsivi: le vendite ne beneficeranno di sicuro.

Rendi protagonisti i tuoi clienti

La FOMO è legata a doppio filo ai social: da uno studio sui millennial canadesi è infatti emerso che il 68% di essi ha effettuato un acquisto (spesso entro le 24 ore) a causa dalla FOMO innescata da un loro contatto.

Potresti quindi cercare di coinvolgere i tuoi utenti in attività dove possono condividere sui social contenuti relativi al tuo prodotto/servizio: oltre a far partire la scintilla della FOMO all’interno della loro rete di follower, questa tattica può essere utile ad aumentare la tua brand awareness.

Punta sull’esclusività

Tutti amano l’idea di far parte di un club segreto: dai tempi dell’infanzia e delle case sugli alberi con il cartello “le ragazze non sono ammesse”, passando alle sette massoniche ai club privé, nulla attira l’attenzione e l’interesse come l’esclusività.

Puoi sfruttare questa cosa nel tuo business online creando (ad esempio) un’area riservata, a pagamento, sul tuo sito, all’interno della quale gli utenti riceveranno contenuti esclusivi ed avranno accesso a consulenze personalizzate.

Utilizza le notifiche

La FOMO passa molto spesso da una notifica sullo smartphone: se una volta c’erano solo gli SMS, oggi le notifiche ci bombardano da tutti i social e gli instant messenger possibili e immaginabili, costringendoci a guardare ossessivamente il telefonino.

Se hai un ecommerce puoi creare un sistema di notifiche tramite app (o email) che manda messaggini ai tuoi clienti quando sta scadendo una certa promozione o se un prodotto sta per terminare: funziona alla grande!

Conclusione

La FOMO è una paura atavica, esplosa grazie ad Internet e all’era dell’informazione e della comunicazione H24.

In quanto marketer, possiamo trasformare questa paura in una grossa opportunità: perché non farlo?

3 Comments

  1. Andrea Torti 29 novembre 2017
  2. Fabio 29 novembre 2017
  3. Sermatica 30 novembre 2017

Leave a Reply