Creare un sito con WordPress utilizzando il tema GeneratePress e il plugin Elementor

WordPress, GeneratePress e Elementor

WordPress è una piattaforma estremamente semplice e potente per pubblicare contenuti online ma allo stesso tempo non possiede la stessa semplicità nel momento in cui dobbiamo personalizzare il suo aspetto grafico. Nella maggior parte dei casi si fa affidamento a temi grafici a pagamento che non sempre soddisfano i nostri gusti.

Una tendenza in forte crescita è quella di utilizzare dei particolari plugin chiamati page builder che permettono di progettare e creare layout di pagina in modo facile e veloce spesso mediante drag and drop.

I benefici di un Page Builder
Molto spesso i page builder vengono utilizzati sia per personalizzare una pagina che gli articoli di un sito ma anche per customizzare la sidebar e il footer. Il beneficio principale di questi plugin è la possibilità di creare layout complessi anche a coloro che non sono dei grandi intenditori di linguaggi Javascript, HTML, etc.

Page Builder

Esistono diversi page builder, alcuni gratis e altri a pagamento; bisogna scegliere quello più adatto alle proprie esigenze, ma che non crei alcuna dipendenza o forma di uso esclusivo, poichè qualora si presentasse la necessità di cambiarlo, la sostituzione potrebbe rivelarsi onerosa. Questo rapporto di dipendenza è chiamato plugin lock-in. Ad esempio i plugin utilizzati per la condivisione sui social network hanno un lock-in pressochè nullo, mentre altri, come la gestione multilingue di un sito, lo hanno decisamente molto alto.

I Page Builder più importanti per WordPress

Sul web ci sono diversi page builder disponibili e in questo articolo voglio fornirti una breve panoramica di quelli che ho personalmente testato e soffermarmi, più avanti, sull’utilizzo del plugin Elementor. Dalla mia esperienza ti posso dire che la scelta non si deve solo basare sul prezzo ma soprattutto sull’interfaccia di amministrazione che molte volte può risultare abbastanza complessa.

Visual Composer
Plugin a pagamento creato da WPBakery ed è uno dei più famosi in ambito WordPress. Dispone di oltre 40 moduli da inserire all’interno della propria pagina ed è possibile personalizzarla con numerosi layout, lavorando sia in editor front che in back end. Lo svantaggio di Visual Composer è che, qualora si decidesse di interromperne l’uso, i contenuti all’interno del sito diventerebbero subito inutilizzabili, creando in questo modo un lock-in fortissimo;

Divi Builder
È un prodotto di Elegant Themes. Dispone di 46 moduli di personalizzazione della piattaforma WordPress (post e pagine), ma i contenuti creati da questo plugin sono utilizzabili solamente quando il suddetto è attivo. Inoltre è impossibile l’inserimento dei widget dentro un layout di WordPress in modo diretto, ma è necessario creare prima un’area widget personalizzata da aggiungere all’interno della pagina desiderata;

SiteOrigin Page Builder
Plugin gratuito, ha il vantaggio di essere leggero e di facile utilizzo, dando la possibilità agli utenti di creare layout personalizzati. Il lato negativo di SiteOrigin è l’impossibilità di passare dalla modifica standard di WordPress al page builder e viceversa per la stessa pagina. Anche questo plugin crea lock-in, ma essendo gratis si può provare e capire se è in grado di soddisfare le proprie esigenze;

Live Composer
Anch’esso gratuito e dispone di circa 30 moduli per la personalizzazione della propria piattaforma WordPress. È un page builder che consente la creazione dei template direttamente sulla pagina e questi possono essere esportati anche su altre pagine/siti web. La nota dolente è la sua interfaccia d’amministrazione, la quale può necessitare di molto tempo per la creazione del proprio template. Inoltre, Live Composer non si occupa solamente di creazione layout, ma anche di contenuti da utilizzare in questi ultimi, pertanto un cambio di plugin può creare numerosi disagi;

Themify Builder
Altro plugin a pagamento e ha 15 template per la creazione di pagine responsive. Con Themify Builder è possibile aggiungere altri add on che permettono di personalizzare ulteriormente il proprio sito, per esempio i listini prezzi, i grafici e quant’altro;

Beaver Builder
Plugin dal semplice utilizzo che non crea alcun lock-in, in quanto, in caso di cambio soluzione, i contenuti di WordPress rimarranno attivi. Con questo plugin è possibile utilizzare sia dei layout già pronti che crearli dal nulla. Inoltre supporta altri plugin (WooCommerce o WPML), shortcode, widget ed è espandibile;

Thrive Content Builder
Plugin particolarmente adatto per le landing page. Il rischio di lock-in è molto alto, poichè i contenuti creati tramite Thrive Content Builder sovrascrivono la pagina WordPress e una volta interrotto il suo utilizzo andrebbero irrimediabilmente persi;

L’accoppiata vincente: GeneratePress + Elementor

In passato ho costruito diversi siti utilizzando decine di temi a pagamento ma quando ho deciso di insegnare a costruire un sito con WordPress (e dovevo farlo a persone che non avevano particolari abilità informatiche), mi sono reso conto che mi serviva un tema semplice e leggero e che poteva essere accoppiato ad un page builder intuitivo e facile da usare.

GeneratePress + Elementor

Ho trascorso diversi mesi a sperimentare e provare diversi temi e plugin che potessero soddisfare le mie esigenze. Dopo diversi tentativi credo di aver trovato una soluzione molto interessante. Di seguito infatti voglio presentarti quella che secondo me è l’accoppiata vincente per poter personalizzare il layout di un sito fatto con WordPress.

Per farti capire meglio il concetto, voglio farti un paragone: immagina quando si costruisce una casa: si inizia con le fondamenta e si costruiscono successivamente i pilastri e le travi, poi si passa alla costruzione dei muri e di tutte le rifiniture interne. Ora devi considerare che con il tema andremo ad impostare lo scheletro del nostro sito mentre con il page builder realizzeremo tutte le rifiniture grafiche.

Il tema GeneratePress
GeneratePress è un tema veloce, performante, facile da usare e con infinite possibilità di personalizzazione e sviluppo. Lo si può scaricare gratuitamente tra i temi che WordPress mette a disposizione e già nella sua versione free è possibile notare la sua grafica minimale.

Tema GeneratePress

Il tema è al 100% responsive e il layout può essere personalizzato in modo preciso attraverso il Theme Customizer di WordPress. Ogni modulo dispone del suo set di impostazioni: dall’header al menu di navigazione fino alle sidebar e al footer. Anche i colori possono essere definiti dal Theme Customizer. GeneratePress supporta pienamente i principali plugin di WordPress, da WooCommerce a WPML, bbPress e BuddyPress.

Alcune caratteristiche di GeneratePress
Il tema dispone di un set di oltre 600 icone di Font Awesome e la scelta del layout e le dimensioni delle sidebar possono essere impostate direttamente dal Theme Customizer. Il tema inoltre si avvale dei microdata di schema.org, grazie ai quali il motore di ricerca può comprendere meglio i dati e le informazioni presenti nelle pagine web ed eventualmente utilizzarli per creare rich snippet particolari, come i risultati delle ricette ad esempio oppure il prezzo di un prodotto. Il tema è stato scaricato oltre 1 milione di volte ed è costantemente aggiornato dal suo sviluppatore e viene distribuito sia nella versione free e sia in una versione pro a pagamento.

Una delle caratteristiche più importanti del tema GeneratePress è sicuramente la sua velocità di caricamento. Nella maggior parte dei casi infatti i temi multi-purpose hanno bisogno di includere un mucchio di codice ridondante per funzionare e di conseguenza sono lenti e inefficienti. Ad esempio il peso di GeneratePress è di circa 1,9 mb mentre il tema Avada pesa 19,4 mb (tra i temi premium più utilizzati). Naturalmente la dimensione del codice di un tema non è l’unica caratteristica da tenere in considerazione ma quello che posso dirti è che i siti web costruiti con GeneratePress si caricano in circa 1-2 secondi, mentre i siti costruiti con il tema Avada si caricano in 5-8 secondi.

Caratteristiche GeneratePress

Un altro aspetto interessante di GeneratePress è il fatto di possedere tutti gli strumenti di personalizzazione direttamente nel pannello di controllo di WordPress. Questo rende la personalizzazione del tema facile e veloce, avendo il vantaggio inoltre di vedere le modifiche in tempo reale sul sito.

Il page builder Elementor
Elementor è un page builder facile da usare con il quale puoi creare articoli e pagine di un sito WP attraverso instant drag and drop permettendoti quindi di vedere in tempo reale le modifiche effettuate. Questa caratteristica lo rende divertente riducendo il tempo necessario per la progettazione. Lo puoi scaricare direttamente dal sito ufficiale o tra i plugin di WordPress. È gratuito e puoi estendere le funzioni di base acquistando la versione Pro.

Page Builder Elementor

Un aspetto che fa veramente la differenza rispetto ad altri page builder è il fatto che Elementor non sporca il codice di una pagina e questo permette di alleggerirla notevolmente a beneficio della velocità di caricamento.

Tra le caratteristiche uniche di Elementor vi è la possibilità di creare siti che hanno quel certo tocco di design, infatti tra i widget disponibili ci sono gli effetti di testo, di sottofondo, effetti hover, divisori, box shadows, icon box, toggle per la visualizzazione o meno di contenuti specifici, slider, progress bar, counter per le statistiche, icone sociali, box per l’inserimento di video da YouTube e Vimeo o per l’inserimento di codice HTML personalizzato. Utilizzando Elementor, in pratica, puoi far meno di tanti altri plugin visto che consente anche di creare gallery o caroselli di immagini.

Elementor

Un’altra caratteristica importante di Elementor è quella di poter creare pagine eliminando l’header, il menu di navigazione o il footer. In pratica scegliendo il modello Elementor Canvas tra le opzioni di pagina è possibile creare velocemente squeeze page o landing page.

Elementor include inoltre anche una nutrita libreria composta da template pronti all’uso che possono servire come base per i propri progetti, ma che comunque puoi personalizzare e salvare per successivi utilizzi. Posso inoltre confermare che lavora molto bene anche su mobile poiché mette a disposizione la visuale responsive che permette un totale controllo del layout.

Conclusioni
Questo articolo non vuole assolutamente essere una guida esaustiva sul mondo dei page builder ma ho voluto fare solo una breve panoramica di questi strumenti. Mi sono soffermato invece sull’utilizzo combinato del tema GeneratePress e il plugin Elementor. Quello che ti consiglio di fare quindi è di provarli entrambi nelle loro versioni free. Fai una prova, e fammi sapere cosa ne pensi!

Autore: Luciano Caruso di LavoroCreativo.it, per il TagliaBlog.

11 Comments

  1. Lucy 27 settembre 2017
  2. Luca 28 settembre 2017
  3. Luciano Caruso 28 settembre 2017
  4. Luciano Caruso 28 settembre 2017
  5. Alberto 5 ottobre 2017
  6. Luciano Caruso 7 ottobre 2017
  7. Adrian 9 ottobre 2017
  8. Fabio Italiano 12 ottobre 2017
  9. Paolo Baratta 30 ottobre 2017
  10. Paola 25 novembre 2017
  11. Claudio 3 dicembre 2017

Leave a Reply