Content Marketing nel Travel, un caso pratico (anzi, due)

Content Marketing & Travel

Content Marketing nel Travel? Ce ne eravamo già occupati nell’articolo precedente, intitolato “Come avere più clienti con il Content Marketing nel travel”.

Oggi vi proponiamo un approfondimento con due casi pratici di creazione ed amplificazione di contenuti di valore per aumentare la propria brand reputation e, come naturale conseguenza, vendere i propri servizi a un target realmente interessato.

ECCO PERCHE’ IL CONTENT MARKETING AUMENTA LA TUA BRAND REPUTATION

La decisione d’acquisto è data in primis da quanto l’acquirente si fida di ciò che gli viene offerto e da chi glielo sta vendendo.

Un’azienda che decide di puntare sul content marketing nella propria strategia sicuramente non sbaglia: costruire contenuti di valore, condividerli sugli owned media, diffonderli cioè sui propri canali (sito web, pagina Facebook), e determinare un circuito virtuoso di condivisioni (tra paid e earned media) porta nel tempo l’azienda ad essere ritenuta affidabile e degna della scelta d’acquisto.

Oggi, soprattutto quando l’investimento economico ed emotivo è alto, le persone prima di acquistare ascoltano, leggono e confrontano le recensioni di altri che hanno fatto la stessa esperienza d’acquisto; pertanto risulta delicatissimo ma economicamente efficace andare a “lavorare” in questa direzione.

CONTENT MARKETING: COME SELEZIONARE IL TARGET GIUSTO?

Nel settore Travel ad esempio, puntare sul Content Marketing è un’ottima opzione che, oltre ad aumentare la propria brand awareness e reputation, consente anche di individuare il target potenzialmente interessato, attraverso l’analisi del traffico generato.

Ciò significa che il content marketing ha un valore anche da un punto di vista strettamente “tecnico” se così si può definire, perché raffina e individua il nostro target e ci permette di costruire titoli sapientemente attrattivi per il target di nostro interesse. Ritornando al settore Travel, questo discorso è molto importante se applicato alle destinazioni turistiche: queste hanno un’estrema necessità di verificare chi sono i propri visitatori al fine di costruire campagne di comunicazione mirate e che generino un ritorno.

Con alcune piattaforme di amplificazione e diffusione di content marketing è possibile pianificare e monitorare il ritorno della propria attività di content marketing, scoprendo aspetti molto importanti che possono influire su nuove pianificazioni pubblicitarie e sulla migliore comprensione della reputazione della destinazione turistica.

La tecnologia di Outbrain, per esempio, consente di pubblicare uno stesso articolo con titoli differenti, per individuare quali titoli attirano maggiormente traffico; inoltre a rotazione vengono lanciati tutti gli articoli dedicati con tempistiche monitorate per verificare quelli che vengono letti e cliccati di più.

La possibilità di aggiungere titoli alternativi è fondamentale per fare targeting, perché il titolo è il punto di aggancio dell’utente, come l’annuncio di AdWords. Il titolo alternativo, se ben pensato, puo’ attirare un target specifico. Inoltre puo’ fornire insight di marketing fondamentali.

Vediamo due casi rispettivamente.

CASO ENTE DEL TURISMO 1: “VOGLIAMO SOLO FAMIGLIE CON FIGLI”

Ecco un caso pratico di cui Outbrain ha condiviso con noi alcuni dettagli. Un ente del turismo europeo aveva l’esigenza di fare targeting sulle famiglie italiane con bambini.

A piattaforma sono stati caricati titoli alternativi inserendo nel titolo le parole “vacanze con i figli” e simili, affiancate alla destinazione. Il risultato è stato notevole:

Titoli e CTR vacanze con figli

il tasso di click sul titolo migliore ha sfiorato lo 0.50%. Inoltre i siti più affini sono risultati essere siti di news, non necessariamente un sito dove trovare famiglie con bambini, ma l’elevato tasso di click e la qualità del traffico hanno confermato che i titoli hanno selezionato gli utenti giusti.

D’altra parte, chi ha figli puo’ confermare che non passa tutto il tempo solo su siti dedicati alla famiglia, ma legge siti di news, di sport…. È un target che è possibile raggiungere e portare sul sito a nostro vantaggio, grazie ad un content marketing ben fatto e ad una piattaforma di diffusione con le giuste feature.

CASO ENTE DEL TURISMO 2: “LE SPIAGGE DEL NORD EUROPA” PIACCIONO AGLI ITALIANI

Il secondo caso è un ente del turismo europeo dei paesi nordici. Anche in questo caso abbiamo avuto la possibilità di ottenere da Outbrain alcuni dati sorprendenti.

Sapevate che uno dei paesi del Nord Europa è una destinazione cliccata maggiormente dagli italiani per le sue… spiagge?

Top content spiagge

Su 50 articoli dedicati a questa destinazione, è emerso che i 10 più popolari e che hanno generato maggiore traffico sono quelli contenenti la parola SPIAGGE nel titolo, con un CTR massimo pari allo 0,19%, rispetto ad altri articoli che puntavano sulla gastronomia e sulle attrazioni storico-culturali (CTR sullo 0,07%).

Titoli e CTR spiagge

La nazione nordica in esame risulta dunque, alla prova del mercato, essere una destinazione attrattiva per un nuovo turismo, legato alle spiagge del nord, alle isolette, al relax dato dai paesaggi mozzafiato: un dato forse inaspettato per chi è abituato a pensare ai paesi del Nord Europa come terre visitate soprattutto per la civiltà e possibilità culturali.

Questi risultati, oltre che sorprendenti, sono importanti perché forniscono insight di marketing preziosi e necessari per aggiustare la comunicazione di quella destinazione, che potrà ampliare la propria offerta turistica puntando su un nuovo target che finora era sconosciuto o non preso in considerazione.

PIU’ CLIENTI? PIU’ CONTENT MARKETING!

Tutto chiaro? Se siete operatori turistici (ma non solo!) e volete che i vostri potenziali clienti si trasformino in clienti reali, dovete continuare a lavorare su SEO e SEM e sul Social e ottimizzare al massimo le vostre conversioni, ma per aumentare sensibilmente la quantità e la qualità delle conversioni vi serve piu’ Content Marketing, cioè più creazione e più diffusione dei contenuti.

Se i contenuti saranno di qualità, interessanti e rilevanti per gli utenti, avrete costruito più Fiducia.

Scegliete anche la piattaforma giusta e potrete fare targeting più preciso ed avrete accesso a preziosi insight di marketing sui contenuti più popolari.

Autore: Chiara Altieri, per il TagliaBlog.

3 Commenti

  1. Alessio 23 luglio 2013
  2. Alessio 23 luglio 2013
  3. Marco 23 luglio 2013

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *