Metodi di condivisione dei contenuti

Qualcuno potrebbe pensare che, nel 2012, la condivisione dei contenuti online avvenga principalmente tramite i “bottoncini sociali“, che ormai da alcuni anni si trovano stabilmente a fianco di articoli, immagini, video e di qualunque contenuto pubblicato in Rete.

E invece una ricerca di Tynt, ripresa su Business Insider, ha rivelato un modo di operare piuttosto… “antico”.

Come puoi facilmente notare dall’immagine qui sopra, tramite i pulsanti dei principali social passa solo il 18% dello sharing: il restante 82% delle condivisioni avviene tramite copia e incolla, l’inossidabile copy & paste.

In altre parole, il comportamento tipico dell’utente Internet non è quello di cliccare sulle icone di Facebook, Twitter o Google+ poste vicino al contenuto, ma piuttosto di:

• evidenziare il testo (88% dei casi) o l’immagine (12% dei casi) di una pagina web
• copiare il contenuto negli appunti
• condividerlo via email o via social

Altro comportamento per certi versi “anomalo”, è la percentuale di condivisione via email rispetto a quella via social: Business Insider ha infatti rilevato che quasi il 70% dello sharing passa tramite email (!), contro un 20% circa via Facebook e un 3,80% via Twitter.

Twitter che, proprio qualche giorno fa, ha attivato l’opzione “Share this Tweet via email“: sarà un caso? :-)