L’ascesa del Social Advertising

Social Advertising

Un recentissimo report di Pivot, dal titolo The Rise of Social Advertising, mette splendidamente in luce l’attuale stato della pubblicità sui Social Media.

Lo studio, condotto su 230 fra brand manager, dirigenti e marketer operanti nel settore, è stato ripreso giorni fa da eMarketer e da Brian Solis, e proprio da quest’ultimo ho attinto le domande/risposte e le immagini più significative che ho inserito in questo post.

1. Indipendentemente dal livello di soddisfazione raggiunto in passato, quanto pensi siano importanti i benefici che il Social Advertising potrà portare alla tua azienda nei prossimi 2 anni?

Dalle risposte emerge ottimismo: il 60% prevede che il Social Advertising avrà un ruolo di grande valore, e un 32% lo ritiene prezioso.

2. Attualmente stai facendo una campagna pubblicitaria sui Social?

Il 67% ha risposto positivamente, il 18% ha in programma di farla entro 12 mesi e solo il 15% non pensa di programmare una campagna entro l’anno.

3. Quanto sei soddisfatto delle campagne pubblicitarie che hai programmato sui Social?

L’11% si dichiara molto soddisfatto, il 43% soddisfatto e il 45% piuttosto soddisfatto. Solo l’1% dice di non essere stato soddisfatto.

4. Su quale piattaforma hai pianificato la tua campagna pubblicitaria?

Gli investimenti in Social Advertising sulle principali piattaforme

Nell’immagine qui sopra non colpiscono tanto i grossi nomi (Facebook e Twitter) sui quali quasi tutti hanno già pianificato, quanto le tendenze future: nei prossimi mesi il 13% degli intervistati dice che pianificherà su Zynga, il 20% su YouTube, il 21% su LinkedIn e addirittura il 26%, più di 1 su 4, su Foursquare!

5. Che voto daresti ai paid program delle singole piattaforme?

Facebook dimostra di essere l’attuale leader del Social Advertising, se non altro per il livello dei servizi offerti (considerati dal 31% eccellenti e dal 38% buoni). Molto distanzate le altre piattaforme dove i giudizi vanno dal Good al Fair.

6. Concordi/non concordi circa queste affermazioni sul Social Advertising?

La stragrande maggioranza degli intervistati concorda sul fatto che il Social Advertising è in piena fase di accelerazione e che, se ben integrato all’interno di altre forme di marketing, può contribuire a valorizzare gli investimenti.

7. Quali sono gli obiettivi del Social Advertising?

Gli obiettivi del Social Advertising

Come si può vedere dalla torta, le risposte sono state piuttosto frammentate. Per un 17%, il Social Advertising può essere utile a supportare il lancio di un prodotto o altri tipi di annunci pubblicitari. Per un 13% può essere un modo per entrare in contatto con i clienti già in portafoglio. Per un 12% può aiutare ad aumentare le dimensioni della community, e per un altro 12% per portare traffico verso altre risorse online. Per un 11% serve a fare brand awareness. Per un 9% serve per generare lead, per un altro 9% per ottenere feedback e per un altro 9% per vendere.

8. Quanto spesso le tue campagne di marketing/advertising hanno una componente di Social Advertising?

La risposta è stata “sempre” nel 38% dei casi e “di frequente” nel 34%.

9. Per le campagne che hanno una componente di Social Advertising, quando viene pianificata questa parte?

Nel 70% dei casi, la campagna sui Social gira insieme alle altre campagne. Nel 12% dei casi prima, e in un altro 12% dopo.

10. Quali di questi metodi consideri essere “Social Advertising”?

Metodi di Social Advertising

Evidentemente non è ben chiaro il concetto di Social Advertising se ben l’83% degli intervistati ritiene equivalga a bloggare o tweettare per conto di una azienda, di un prodotto o di un brand…

11. Quali dei seguenti metodi stai usando in questo momento?

Metodi usati nel Social Advertising

Anche in questo caso, sono interessanti sia i metodi usati che quelli che si pensa di utilizzare in futuro. Fra i più usati (67%) il bloggare o tweettare per conto di una azienda, di un prodotto o di un brand, seguito dalla Social Media Optimization (42%). Fra i pianificati per il futuro emerge la creazione di video virali (28%) e l’utilizzo di Social Ambassador (25%).

12. Utilizzi i media tradizionali per creare engagement sui Social?

Nel 70% dei casi la risposta è stata “si”.

13. Sull’incoraggiare la partecipazione degli utenti

Nel 58% dei casi il tentativo è quello di fare in modo che brand e utenti entrino in relazione, e un 16% punta a far si che l’utente possa diventare un ambassador del prodotto e quindi parlarne sui social da lui frequentati.

14. Sulla customizzazione delle campagne

A dipendenza delle piattaforma, la campagna viene significativamente personalizzata dal 56% dei rispondenti al sondaggio: solo il 6% non customizza le campagne.

15. Il Social Advertising deve essere una azione continua?

Per il 75% si, deve essere ongoing: solo per il 25% è una attività episodic.

16. Quali sono i maggiori ostacoli nell’adottare il Social Advertising?

Ostacoli nel Social Advertising

Ebbene si, il maggior ostacolo è poter dimostrare il ROI! Quante volte ne abbiamo parlato su questo blog… ;-)

17. Quali tool utilizzi per misurare il successo di una azione di Social Advertising?

Tools per misurare il Social Advertising

Chiudiamo infine con le piattaforme più utilizzate: quelle di Social Media Analytics dominano col 63%, seguite dai tool di link tracking (43%) e dalle piattaforme di monitoring (40%): per fortuna, solo il 16% dice di non misurare nulla…

Concludendo

Il futuro della pubblicità sarà in gran parte influenzato dai comportamenti degli utenti all’interno dei social network. I brand che sapranno ascoltare, misurare ed evolversi all’interno dei social riusciranno ad offrire valore ai consumatori e a fidelizzarli, ottenendo di conseguenza grossi benefici e un ottimo (e tanto agognato) ROI.

Una Risposta

  1. Giovanni 3 agosto 2011

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *