Google Caffeine è attivo!

Google Caffeine

Da un motore di ricerca “a strati” ad uno in perenne aggiornamento: questo è – in estrema sintesi – Google Caffeine, preannunciato ad agosto 2009  e da qualche ora ufficialmente attivo (ecco il video nel quale Matt Cutts fa l’annuncio “live”).

L’enfasi di Google è messa su parole come “freschezza”, “velocità” e “dimensioni”, ovvero sul fatto di riuscire ad inserire nell’indice in tempo reale (ed eccoci al concetto di real-time search) quanti più contenuti (rilevanti) possibili.

Se una volta i contenuti immessi sul web erano pochi, statici e testuali (le care vecchie paginette in HTML), ora siamo in una fase dove gli UGC (user-generated content) sono una enormità, e di ogni formato possibile e immaginabile (immagini, video, cinguettii, etc.).

Potremmo quindi affermare che Google si è “adattato” al web 2.0, creando una infrastruttura in grado di supportare la mole di contenuti prodotti dagli utenti, di interpretare – ipotizzo – certi segnali (ad esempio, un link in un tweet) come “voti positivi”, e quindi di assegnare un miglior posizionamento alla pagina/sito che riceve questi apprezzamenti.

Matt Cutts, parlando con Vanessa Fox, ha infatti detto che “Caffeine consente una più facile “annotazione” delle informazioni memorizzate insieme ai documenti, e ha il potenziale per portarci ad un ranking migliore per il futuro, grazie a questi segnali addizionali”.

Caffeine e altri casini

Se Caffeine non dovrebbe (condizionale) aver avuto alcun impatto per coloro che han sempre osservato le solite regole di Google, in realtà è arrivato fra “capo e collo” in un periodo dove sono successe un sacco di altre cose (più o meno brutte).

Una di queste è stata Google MAYDAY, che ha ammazzato la Long Tail di parecchi siti (per la cronaca, il TagliaBlog sembra essersi salvato, questo il grafico degli accessi da Google degli ultimi 2 mesi):

Il TagliaBlog non è stato colpito da MAYDAY?

Poi è stata la volta di strane anomalie dentro i Google Webmaster Tools: chi parla di grosso calo nel report relativo a impression e click, mentre io ho notato un dimezzamento dei “Link che rimandano al tuo sito”.

Infine è arrivato un aggiornamento del PageRank, del quale non ho letto nulla in Italia ma che pare abbia tagliato/azzerato un bel po’ di barrette verdi.

Tutta colpa di Caffeine? Non c’è qualcuno che invece, negli ultimi tempi, ha ottenuto qualche beneficio/miglioramento/balzo in avanti nelle SERP? 🙂

32 Comments

  1. Andrea Palmieri 10 giugno 2010
  2. Alessandro Cosimetti 10 giugno 2010
  3. KDeP 10 giugno 2010
  4. Valerio 10 giugno 2010
  5. Mik 10 giugno 2010
  6. Matteo 10 giugno 2010
  7. soloparolesparse 10 giugno 2010
  8. Fabio Lalli 10 giugno 2010
  9. Mattia 10 giugno 2010
  10. Mattia 10 giugno 2010
  11. Emanuele 10 giugno 2010
  12. Tagliaerbe 10 giugno 2010
  13. NBWeb.it 10 giugno 2010
  14. pecciola 10 giugno 2010
  15. Syncro System 10 giugno 2010
  16. pecciola 10 giugno 2010
  17. Emanuele 10 giugno 2010
  18. Diana 10 giugno 2010
  19. Tagliaerbe 10 giugno 2010
  20. Diana 10 giugno 2010
  21. Marco's Box 10 giugno 2010
  22. igor 10 giugno 2010
  23. vocalis 11 giugno 2010
  24. giacomo 11 giugno 2010
  25. il lettore 13 giugno 2010
  26. Renato 14 giugno 2010
  27. Luisa 16 giugno 2010
  28. Mik 16 giugno 2010
  29. over40 5 febbraio 2011
  30. Salvino 22 aprile 2011
  31. Giovanni 2 maggio 2011

Leave a Reply