Foursquare è il nuovo Re dei Social Media?

E poi non dire che non ti avevo avvertito: lo scorso mese, dopo aver “annusato” alcuni segnali che iniziavano a circolare dall’inizio dell’anno, avevo pronosticato che Foursquare (e/o Gowalla) avrebbe raggiunto il successo nel breve periodo.

Da allora ho continuato ad osservare l’andazzo ed in effetti, giorno dopo giorno, c’è stata una continua escalation, una attenzione spropositata da parte di parecchie testate online nei confronti di Foursquare, culminata con la consacrazione di Wired UK (questa è la copertina del numero di Luglio):

Dennis Crowley di Foursquare: il nuovo re dei Social Media

Provo ancora una volta ad analizzare le ragioni di questo boom:

Collezionismo

Collezionare oggetti senza valore è una passione ma anche una mania, titolava un interessante articolo dell’Unione Sarda di qualche tempo fa.

E questa è proprio una delle principale leve che hanno decretato il successo di Foursquare: la possibilità di accumulare badge, distintivi “virtuali” di ogni ordine e grado (Huffington Post ne ha recentemente pubblicato una “Ultimate Guide“).

Alcune badge collezionabili con Foursquare

La cosa ha creato un nuovo “virus”, che già “infettato” gli utenti più fanatici di 4sq: la nuova malattia si chiama geo fatigue.

Competizione

+ check-in = + badge, ma anche più titoli di “Sindaco” (ovviamente c’è un piccolo badge anche per questo):

Il badge Mayor di Foursquare

In pratica, se sei stato in un posto più di chiunque altro Foursquare ti assegna il titolo di “Mayor” di quel luogo. Titolo che può esserti sottratto in qualsiasi momento da qualcun altro che fa più check-in di te. Somma questo elemento competitivo al collezionismo di badge, e il gioco è fatto.

Sconti & Promozioni

Ma essere Mayor di qualche locale non è solo una questione di “prestigio”: parecchi Bar e Caffè stanno iniziando ad offrire ai “sindaci” delle offerte speciali, come ad esempio dei free drink o altri cibi/bevande a prezzi scontati (un esempio a caso, Starbucks).

Una offerta speciale in Foursquare

La cosa, se ci pensi bene, ha il suo bel perché: il Mayor è sicuramente un cliente affezionato, ed è giusto premiarlo e incentivarlo in qualche modo. Ma il Mayor è anche colui che “segnala” assiduamente la propria presenza nel locale a tutti i suoi contatti, che quindi potrebbero ritrovarsi stabilmente in quel bar…

Business

Ovviamente Foursquare ha già pensato ad una offerta Business. Da questo pannello

Una schermata della Dashboard di Foursquare per le attività commerciali

i gestori di una attività commerciale possono infatti accedere a parecchi dati statistici sui frequentatori del locale, come i visitori più recenti, quelli più frequenti, le ore del giorno nelle quali le persone fanno più check-in, il numero totale dei visitatori, l’istogramma dei check-in diviso per giorno, la percentuale di uomini e donne, la porzione dei check-in che viene rigirata su Twitter e Facebook, e molto altro. Se avessi un bar, penso che pagherei parecchio per avere questi dati 🙂

Perché Foursquare (e non tutti gli altri)?

Già, ci sono un sacco di servizi più o meno simili a Foursquare che hanno raggranellato dai VC un sacco di soldi (ad esempio Gowalla (10,4 milioni di dollari) e Loopt (17,1 milioni)), ma che sembrano rimasti al palo.

In Italia abbiamo pure Mobnotes (ne parlerò più approfonditamente fra qualche giorno…), nato addirittura prima di 4sq!

Eppure i riflettori – soprattutto mediatici – sembrano puntati esclusivamente sulla creatura di Dennis Crowley. I motivi?

Difficili da capire. Forse si tratta puramente di interessi economici. O più probabilmente ai media piace la storia di un tizio che nel 2000 ha creato una azienda simile a Foursquare (sto parlando di Dodgeball), l’ha venduta nel 2005 a Google, e da quella idea Google ha tirato fuori Latitude. Peccato che di Latitude non ne parli nessuno, mentre Dennis Crowley e il suo Foursquare si avviano ad essere la “Next Big Thing”…

Nel frattempo, addami! 🙂

16 Comments

  1. Davide Dattoli 7 giugno 2010
  2. Federica 7 giugno 2010
  3. Ilaria Cardani 7 giugno 2010
  4. Il sindaco di piazza Duomo - Milano 7 giugno 2010
  5. Gio 7 giugno 2010
  6. Tagliaerbe 7 giugno 2010
  7. David Di Tivoli 7 giugno 2010
  8. Doctor Brand 8 giugno 2010
  9. Roberto 8 giugno 2010
  10. igor 8 giugno 2010
  11. Andrea aka Womarketing 9 giugno 2010
  12. Roberto 9 giugno 2010
  13. Alb3rt1 11 giugno 2010
  14. l@lettrice 17 settembre 2010
  15. Leonardo 26 gennaio 2011
  16. Stefano 8 luglio 2011

Leave a Reply