Wolfram Alpha NON sarà l’alternativa a Google

Wolfram|Alpha

Ormai ci siamo: sul sito di Wolfram Alpha, il nuovo computational knowledge engine ideato dal noto matematico Stephen Wolfram, compare la scritta “Launching May 2009”, ed è possibile che la data esatta del lancio verrà rivelata nel webinar programmato fra qualche ora.

Dagli screenshot e dai video comparsi in Rete possiamo comunque già farci una idea di quello che sarà il nuovo motore di ricerca… che, a quanto pare, NON sarà alternativo (ma semmai complementare) a Google.

Un motore di statistiche e dati
Si, gli screenshot sono inequivocabili: Wolfram Alpha restituisce risposte ricche di grafici e tabelle (come puoi vedere anche dal video qui sotto),



molto lontane dalle SERP con centinaia o migliaia di risultati alle quali Google ci ha abituato.

Sembra dunque che molte delle risposte restituite da Wolfram Alpha si trovino “dentro al motore”, e non su pagine esterne a questo: più Wikipedia e meno indice, insomma.

Il modello di business
Ma come si sosterrà economicamente il nuovo search engine? A quanto pare, NON con la pubblicità.
L’accesso base sarà gratuito, ma dietro il pagamento di un piccolo canone si potrà accedere a feature aggiuntive.

E Google, che fa?
Da quel poco che si è visto fino ad ora Google non dovrebbe avere nulla da temere da Wolfram Alpha; ciò nonostante pare che in quel di Mountain View non siano stati a guardare: qualche giorno fa, proprio in concomitanza con la prima preview pubblica di Wolfram Alpha tenutasi presso la Harvard Law School, in alcune SERP di BigG sono comparsi dei grafici che richiamano molto quelli visti nel motore di Stephen Wolfram:



Pura casualità, o mossa studiata a tavolino?

Conclusione
Wolfram Alpha (suggerimento personale: cambiategli nome perchè è impossibile da scrivere/ricordare) sarà dunque un motore un pò diverso da quelli ai quale siamo abituati: nasce con l’obiettivo di fornire risposte “naturali” a domande “naturali” (ti ricordi il vecchio Ask Jeeves, che stranamente (sarà un caso? 😉 ) pare sia resuscitato pochi giorni fa?), e non includerà annunci pubblicitari (anche se un bell’accordo con AdWords/AdSense, in prospettiva, me lo vedo molto probabile).

Ed ora vediamo anche come e cosa sarà Kumo: lancio previsto per il successore di Live Search, 2 Giugno 2009.

6 Comments

  1. Martino 4 maggio 2009
  2. Giorgio Marandola 4 maggio 2009
  3. Luigi Sciolti 4 maggio 2009
  4. Tagliaerbe 9 maggio 2009
  5. Tagliaerbe 18 maggio 2009
  6. Martini Samuele 21 maggio 2009

Leave a Reply