Un annetto fa, si vociferava circa l’acquisizione di Riya (società che lavora su di una innovativa tecnologia per il riconoscimento automatico dei visi all’interno delle foto) da parte di Google, per 40 milioni di dollari.
Ma le cose andarono diversamente.
Google ha infatti lanciato 3 mesi fa Image Labeler (nel quale il tagging delle immagini non è automatico, ma effettuato “manualmente” dagli utenti), e Riya, in questi giorni, la versione alpha di Like, un motore di ricerca visuale.
In questa prima versione pubblica, il search engine effettua la ricerca di oggetti (quali gioielli, borse, scarpe e orologi) indossati da una quindicina di VIP, e quindi ne permette l’acquisto appoggiandosi a noti ecommerce (fra i quali Amazon e Shop.com).Una volta individuato l’oggetto dei desideri, è inoltre possibile raffinare la ricerca lavorando sui parametri di colore, forma, modello e range di prezzo.
Personalmente ritengo che Like abbia enormi potenzialità, soprattutto se agganciato a qualche mega mall (tipo eBay): e solo vedendo questa prima alpha, credo che Riya valga ben più dei 40 milioni di dollari di 1 anno fa…