WiFi gratis con FON : io ho qualche dubbio

Premetto che mi piacerebbe vivere in un mondo fatto di “banda larga per tutti”, “ADSL gratis” e “connettività pervasiva”.
Quindi ben vengano Free HotSpot, Google WiFi e robe simili.
Ho quindi seguito sin dall’inizio gli sviluppi di FON, il cui obiettivo “è quello di creare un infinita rete WiFi che consenta a tutti i membri della community FON di condividere, non solo la propria connessione a banda larga, ma anche esperienze e idee”.
Oggi però vado a leggere il contratto di Alice ADSL (l’accesso ADSL che vorrei condividere se aderissi a FON), e qualche dubbio mi è venuto…:
“6. L’accesso alla rete Internet, tramite tecnologia ADSL, non potrà in nessun caso essere ceduto ad altri utenti con l’utilizzo da parte loro dei servizi ad esso correlati.”
Se non posso cedere ad altri utenti il mio accesso, significa che non posso far usare ad altri la mia connessione…
“9. Il Cliente garantisce che qualunque materiale eventualmente immesso dallo stesso in aree pubbliche della rete Internet che risulti imputabile allo stesso è nella sua legittima disponibilità, non contrasta con norme imperative e non viola alcun diritto d’autore, marchio di fabbrica, segno distintivo, brevetto o altro diritto di terzi derivante dalla legge, dal Contratto e/o dalla consuetudine.[omissis]”.
“10. Il Cliente prende, inoltre, atto del fatto che è vietato servirsi o dar modo ad altri di servirsi di Telecom Italia per comunicazioni e corrispondenza contro la morale e l’ordine pubblico o con lo scopo di recare molestia alla quiete pubblica o privata, di recare offesa o danno diretto o indiretto a chiunque e di tentare di violare comunque il segreto dei messaggi privati. In ogni caso le informazioni fornite dal Cliente non devono presentare forme e/o contenuti di carattere pornografico, osceno, blasfemo o diffamatorio.[omissis]”
“11. Il Cliente si impegna ad astenersi da ogni violazione dei sistemi e della sicurezza delle reti che possano dar luogo a responsabilità civile e penale tra cui: a) accedere ai sistemi, reti, informazioni di terze parti che non abbiano fornito esplicita autorizzazione, mediante tecniche di scanning/probing, test di vulnerabilità, tentativi di violazione della sicurezza o delle misure di autenticazione; b) intercettare le informazioni/dati ed il traffico relativo a reti/sistemi di terze parti che non abbiano fornito esplicita autorizzazione; c) falsificare la propria identità; d) arrecare danno, in qualsivoglia modo, a minori d’età; e) avere accesso alle informazioni che riguardino clienti terzi di Telecom Italia al fine di distruggerne, alterare, modificare i relativi contenuti; f) attaccare, sovraccaricare o interferire con le reti, i sistemi, gli host di altri clienti al fine di limitare/impedire il pieno utilizzo del Servizio mediante azioni di mailbombing, attacchi broadcast, Denial Of Service, Hacking, Cracking; g) tentare di utilizzare gli account di posta o risorse di elaborazione di clienti terzi per presentarsi alla rete con l’identità di questi ultimi (es. modificando l’header delle mail, utilizzando tecniche di spoofing degli indirizzi IP); h) introdurre/inviare programmi (virus, trojan horses, etc..…) che compromettano il funzionamento della rete di Telecom Italia violandone la sicurezza e/o dei sistemi dei clienti ad essa attestati. Il Cliente si impegna, altresì, ad astenersi dall’inviare mail con contenuti di qualunque tipo (commerciali, pubblicitari, politici…) a persone/istituzioni/associazioni che non ne abbiamo fatto esplicita richiesta (unsolicited mail, junk mail, spam), causando loro disservizi ed eventuali lamentele che ne possano derivare. Medesima limitazione è da riferirsi all’invio massiccio di mail e di loro repliche ad uno o più newsgroup (multiple posting). Il Cliente non potrà, inoltre, utilizzare impropriamente e senza autorizzazione i mail server di terze parti per l’inoltro delle proprie mail (mail relay). Nei casi previsti dal presente articolo, Telecom Italia potrà sospendere in ogni momento e senza preavviso l’erogazione del Servizio, riservandosi anche la facoltà di risolvere di diritto il Contratto secondo le modalità di cui all’art. 32.”
Come posso controllare che il materiale messo online dai “Foneros” che utilizzano la mia connessione ADSL non contrasti con questi 3 punti del contratto? sussistono infatti implicazioni civili/penali e comunque di sospensione/risoluzione del contratto nel caso di violazione di queste norme.
Da qui i miei dubbi, che spero vengano fugati da qualche Foneros… aspetto i vostri commenti 😉

Leave a Reply